Sabato, 20 Luglio 2024
L'indagine / Terracina

Merce contraffatta venduta online: sequestrato e oscurato sito di e-commerce

L'indagine della guardia di finanza partita dal monitoraggio di una piattaforma web che pubblicizzava e vendeva capi di abbigliamento e accessori con marchi falsi di note aziende

Prodotti con marchi contraffatti pubblicizzati e venduti su una piattaforma online. E' quanto hanno scoperto i finanzieri del comando provinciale di Latina nell'ambito di un'attività di contrasto agli illeciti nel commercio in materia di tutela dei marchi e del Made in Italy e della sicurezza dei prodotti. Attraverso una mirata attività di monitoraggio e analisi i militari hanno infatti individuato un sito che commercializzava merce contraffatta, capi d'abbigliamento, calzature, vorse e accessori che riproducevano immagini e brand di note case italiane e straniere, come Versace, Prada, Gucci, Nike. 

I finanzieri della compagnia di Terracina hanno puntato l'attenzione su un sito di e-commerce utilizzato come vetrina virtuale per la vendita di capi d'abbigliamento e accessori di marca a prezzi notevolmente inferiori a quelli praticati sul mercato. L'attività investigativa della Finanza si è sviluppata dopo aver verificato che i venditori acquistavano in assenza di autorizzazioni rilasciati dalla società che detiene i diritti di proprietà industriale e hanno così accertato, sulla base di perizie svolte in collaborazione con le stesse aziende, che si trattava appunto di prodotti contraffatti in grado di trarre in inganno i consumatori.

Le Fiamme Gialle di Terracina hanno quindi dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo richiesto dalla Procura della Repubblica di Latina ed emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Latina, con il quale è stato disposto anche l’oscuramento del sito internet, risultato registrato presso provider cinesi e statunitensi. Le ipotesi di reato sono quelle di contraffazione, fabbricazione e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà intellettuale, falsificazione e alterazione del contenuto di comunicazioni e truffa. Al fine di tutelare i consumatori, l’inibizione all’accesso è stata notificata a tutti gli Internet Service Provider italiani. L’azione di servizio - coordinata dalla Procura della Repubblica di Latina - rappresenta una concreta testimonianza dell’impegno dei reparti del Corpo per la tutela e la valorizzazione strategica del made in Italy, e rientra nell’ambito del piano di contrasto alla contraffazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Merce contraffatta venduta online: sequestrato e oscurato sito di e-commerce
LatinaToday è in caricamento