rotate-mobile
Cronaca Centro / Piazza del Popolo

Paura terremoti, Comune: “Chiesta indagine all’istituto di geofisica”

Riunione ad hoc indetta dall'assessorato alla Protezione Civile sulle azioni da mettere in atto in caso di fenomeni sismici. Di Cocco: "Dobbiamo procedere ad un attento monitoraggio"

Terremoti a Latina. È diventata un po’ l’ossessione dei cittadini del capoluogo pontino e di tutta la provincia all’indomani dei numerosi episodi sisimici che nell’ultimo periodo si sono verificati nel nostrao territorio.

Sono 7 infatti le scosse registrate nei primi tre mesi del 2012 e ben 18 quelle dal marzo scorso ad oggi.

E proprio per rispondere alle domande e alle esigenze della popolazione ma anche per trovare delle linee guida da seguite e delle azioni da mettere in atto in caso di calamità naturali e, in particolare, di eventi sismici che l’assessorato alla Protezione civile ha voluto indire un incontro ad ad hoc.

Alla riunione erano presenti l’assessore comunale alla Protezione civile, Gianluca Di Cocco, l’ingegnere Umberto Martone, del servizio Protezione civile del Comune, il geologo Carlo Perotto  dell’amministrazione provinciale, il geologo Massimo Amodio, incaricato dall’ufficio ambiente del Comune di procedere alla zonizzazione sismica del territorio comunale, l’ingegnere Francesco Romagnoli, esperto di eventi sismici ed inviato dall’Ordine degli ingeneri di Latina a L’Aquila in occasione del terremoto, e i rappresentanti delle associazioni e gruppi di protezione civile che operano a Latina.

I due geologi in particolare hanno illustrato le caratteristiche del territorio di Latina in relazione ai recenti fenomeni sismici che hanno avuto l’epicentro nella zona di Tor Tre Ponti a Latina e hanno sottolineato che il territorio di Latina è a basso rischio sismico (Zona sismica classificata 3A) ma occorre comunque che il fenomeno venga monitorato con la dovuta attenzione.

In particolare, il geologo Amodio proseguirà nel suo lavoro di zonizzazione mentre è stato chiesto ufficialmente all’Istituto di Geofisica e Vulcanologia di effettuare una indagine approfondita sui fenomeni sismici in atto a Latina.

“Dobbiamo procedere ad un attento monitoraggio – afferma l’assessore Di Cocco – ma sono state escluse possibilità di rischio per persone o cose legate allo sciame sismico in atto a Latina. Confermo che stiamo lavorando per una collaborazione per quel che riguarda le procedure d'emergenza territoriali, per le scuole, le aziende, le abitazioni in genere con tutti gli attori che ruotano attorno alle emergenze, dai geologi, alla Protezione Civile del Comune di Latina, ai vigili del fuoco, alla Croce Rossa Italiana, alle forze dell’ordine, per studiare tutte quelle procedure d'emergenza territoriale che possono essere suddivise in eventi straordinari non prevedibili o programmati. Stiamo già producendo un opuscolo informativo sui rischi sismici e le conseguenze che diffonderemo presto”.

Nel corso della riunione sono state anche affrontate le problematiche relative ai rischi idrogeologici, legati anche agli insediamenti industriali della nostra zona. E’ stato deciso di provvedere ad aggiornare il Piano di Protezione Civile del Comune ed i relativi piani operativi connessi.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura terremoti, Comune: “Chiesta indagine all’istituto di geofisica”

LatinaToday è in caricamento