rotate-mobile
Cronaca Cisterna di Latina

“Tutti in vigna” a Cisterna, a lavoro nei terreni confiscati alla camorra

La manifestazione, simbolo di una lotta alla criminalità organizzata che passa anche attraverso momenti di incontro, in località Pino Rosso nei terreni confiscati alla camorra e gestiti dalla coop Il Gabbiano

Vendemmiare nei territori confiscati alla camorra: la lotta alla criminalità organizzata passa anche attraverso momenti di incontro e di grande senso civico come quello che si è tenuto nella giornata di ieri a Cisterna.

Grande successo ancora una volta per la manifestazione “Tutti in Vigna” - giunta alla sua ottava edizione - che ha visto una massiccia partecipazione associazioni, ragazzi, intere famiglie, semplici cittadini ma anche rappresentanti di organizzazioni ed istituzioni e che si è svolta in località Piano Rosso nei terreni confiscati alla camorra nel Comune di Cisterna di Latina e riconvertiti per scopi sociali da parte della cooperativa "Il Gabbiano", per produrre il vino “Campo Libero” dell’associazione contro tutte le mafie “Libera”, guidata da Don Luigi Ciotti.

L'UGL POLIZIA - All’appuntamento di ieri hanno preso parte anche il segretario provinciale dell’Ugl Polizia di Stato, Elvio Vulcano, e il sindaco di Cisterna, Antonello Merolla. “Anche quest’anno siamo presenti con le nostre famiglie in questa importante manifestazione che esalta il senso civico” ha commentato Vulcano.

“Un bene sottratto alla mafia, che ritorna ad essere patrimonio della società è un segno tangibile del lavoro svolto dalle forze dell’ordine prosegue il segretario -; ritengo doveroso elogiare  l’impegno del presidente della cooperativa "Il Gabbiano" Dario Campagna e il responsabile del podere e della fattoria didattica Giorgio Ciacciarelli che hanno permesso con la loro costanza la crescita dell’intera struttura”.

La presenza del sindaco di Cisterna di Latina Antonello Merolla e del segretario provinciale dell’ UGL Polizia di Stato e le numerose famiglie alla vendemmia nelle vigne confiscate, ha rappresentato così il momento di sintesi dei più alti e nobili valori sociali.

IL COMUNE DI CISTERNA - Presenti alla manifestazione di ieri anche il sindaco di Cisterna, Antonello Merolla, ed i ragazzi e rispettive famiglie del centro diurno per disabili “L’Agorà” di Cisterna. “Siamo qui – ha detto Merolla – a testimoniare l’impegno delle istituzioni contro ogni forma di criminalità organizzata che proprio durante periodi di dura crisi come l’attuale è più pressante ed aggressiva verso il territorio. In questo momento dobbiamo dare con chiarezza un segnale forte di presenza istituzionale e di solidarietà civile. Non credo possa esserci esempio più bello che quello di vedere tanti giovani, famiglie, anche ragazzi con disabilità, tutti uniti e vicini contro la criminalità e contro chi vuole deturpare le nostre terre e privare i nostri figli di un futuro sereno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Tutti in vigna” a Cisterna, a lavoro nei terreni confiscati alla camorra

LatinaToday è in caricamento