Economia

Imu, saldo del 17 dicembre: costerà in media 115 euro per la prima casa

Studio della Uil Pensionati sull'effetto dell'imposta nei 33 comuni pontini. In 20 hanno mantenuto l'aliquota base del 4 per mille sulla prima casa, 10 l'hanno aumentata e 3 diminuita

Si avvicina la data di scadenza per il saldo dell’Imu la cui scadenza è prevista per il 17 dicembre prossimo. La Uil Pensionati ha elaborato uno studio per vedere quanto l’imposta peserà sulle tasche dei cittadini dei 33 comuni pontini, elaborando le rendite catastali dell’Agenzia del Territorio di un immobile classificato in A/2 (abitazione civile) e A/3 (abitazione di tipo economico), in tali Comuni, rapportate ad abitazioni di 5 vani in zona semi centrale, e stimato il gettito dell’Imu con i dati dell’acconto di giugno.

Il dato principale che emerge è che l’Imu sulla prima casa costerà in provincia di Latina, in media, 217 euro, di cui 115 euro saranno pagati con il saldo di dicembre, mentre per le seconde case il costo complessivo sarà mediamente di 1.017 euro, di cui 580 euro da pagare entro il 17 dicembre. In totale, secondo una simulazione della Uil Pensionati di Latina, con le aliquote deliberate dai Comuni e le relative detrazioni, il gettito complessivo, tra prima casa e altri immobili sarà di 168,6 milioni di euro, di cui 21,5 milioni di euro per la prima casa e 147,1 milioni di euro per le seconde case. Di questi, i Comuni incasseranno 103,1 milioni di euro, mentre lo Stato centrale incasserà 65,5 milioni di euro.

LE ALIQUOTE - Il 33,3% dei Comuni (10 municipi) ha aumentato le aliquote per la prima casa, il 60,6% (20 Comuni) ha mantenuto l’aliquota di base del 4 per mille; soltanto 3 Comuni (Cisterna, Cori e Sermoneta), l’hanno diminuita. In 2 Comuni si pagherà l’aliquota massima del 6 per mille (Sezze e Terracina); in 6 Comuni (Fondi Minturno, Monte San Biagio, Spigno Saturnia, Norma, Priverno) il 5 per mille; a Castelforte e Santi Cosma e Damiano il 4,5 per mille; a Sermoneta il 3,7 per mille, a Cisterna il 3,5 per mille e a Cori il 3 per mille.

Mentre il 69,7% (23 municipi), ha aumentato l’aliquota della seconda casa; il 27,3% (9 Comuni) hanno mantenuto l’aliquota di base del 7,6 per mille; soltanto 1 Comune (Norma) l’ha diminuita, con 5 Comuni che  applicano l’aliquota massima del 10,6 per mille (Terracina, Sezze, San Felice Circeo, Latina, Sonnino).

Il risultato è che l’aliquota media per la prima casa in provincia di Latina è del 4,3 per mille in aumento del 7,5% rispetto all’aliquota base, più alta della media nazionale (4,23 per mille); mentre per le seconde case è dell’8,8 per mille, in aumento del 15,8% rispetto all’aliquota di base, più alta della media nazionale (8,78 per mille).

“Non sarà certamente un “Natale dolce” questo per le famiglie pontine, commenta Francesca Salvatore e, ad eccezione dei residenti nel Comune di Bassiano, ad essere più penalizzati sono i pensionati, che notoriamente non hanno figli minori di 26 anni nel loro nucleo familiare e quindi non godono delle maggiori detrazioni. Per fortuna al danno non si è aggiunta la beffa evitando che i ricoverati in lungo degenza pagassero per la propria abitazione l’aliquota della seconda casa. Infatti quasi tutti i Comuni hanno equiparato a prima casa quella dei ricoverati in strutture per lungo degenti. Rimane, però - conclude il Segretario della UilP -, il tema delle maggiori detrazioni da prevedere per i pensionati e per i disabili over 26 anni. Chiediamo ai Comuni per il prossimo anno di sanare tale “anomalie”, affinchè anche “l’odiata IMU” diventi un’imposta che preveda davvero il concetto di equità".

IMU PRIMA CASA: I COSTI NEI COMUNI - A livello di singoli Comuni a Ponza l’Imu sull’abitazione principale porterà un stangata pari a 849 euro medi, di cui 424 euro da pagare con il saldo di dicembre; a Ventotene 690 euro, di cui 345 euro a saldo; a Terracina 452 euro, di cui 301 euro a saldo; a Formia 382 euro di cui 191 euro a saldo; a Gaeta 377 euro, di cui 188 euro a saldo. Nel Comune di Latina, invece, per la prima casa si pagheranno complessivamente 179 euro medi, di cui 89 euro con il saldo di Dicembre.

IMU SECONDA CASA: I COSTI NEI COMUNI - Sempre a livello di singoli Comuni per una casa a disposizione (seconda casa) a Ponza la stangata sarà di 2.678 euro medi, di cui 1.615 euro con il saldo di dicembre; a Ventotene 1.825 euro, di cui 690 euro a saldo; a San Felice Circeo 1.622 euro, di cui 1.041 euro a saldo; a Gaeta 1.555 euro, di cui 940 euro a saldo; a Formia 1.548 euro, di cui 929 euro a saldo. Nel Comune di Latina, invece, per una seconda casa si pagheranno complessivamente 1.190 euro medi, di cui 764 euro con il saldo di dicembre.

SIMULAZIONE UILP GETTITO IMU CON IL SALDO A DICEMBRE - A Latina si stima, complessivamente, un gettito di quasi 37 milioni di euro, di cui 23,2 milioni di competenza comunale 13,8 milioni di competenza statale. Ad Aprilia gettito stimato è di 21,5 milioni di euro di cui 12,7 milioni nelle casse comunali e 8,7 milioni di euro nelle casse erariali. A Terracina, si stimano 20,1 milioni di euro di cui 13,1 milioni al Comune e 7 milioni di euro allo Stato. A Formia, invece, il gettito complessivo stimato è di 13,6 milioni di euro di cui 8,5 milioni di euro al Comune e 5,1 milioni di euro nelle casse dello Stato. A Fondi 10,2 milioni di euro, di cui 6,3 milioni di euro nelle casse comunali e 3,9 milioni di euro nelle casse statali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imu, saldo del 17 dicembre: costerà in media 115 euro per la prima casa

LatinaToday è in caricamento