Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

Mercato immobiliare, fiduciosa la Fiaip: “Compravendite in ripresa”

Per il presidente Nardi il vento sta cambiando: "A Latina e provincia la discesa nelle compravendite, che sembrava inarrestabile sino a qualche tempo fa, è in decisa frenata. Ora le migliori occasioni per comperare"

Compravendite in ripresa. Uno spiraglio di luce sembra aprirsi nel mercato immobiliare pontino e non solo. E sono fiduciosi gli agenti immobiliari della provincia di Latina, come lo è il presidente Fiaip di Latina, Santino Nardi, secondo il quale proprio questo è il momento di cercare l’affare, con i prezzi che ancora non sono saliti.

“Anche a Latina e provincia la discesa nelle compravendite, che sembrava inarrestabile sino a qualche tempo fa, è in decisa frenata. Molti stanno tornando in Agenzia ed il mercato sta dando evidenti cenni di vivacità. Giocoforza – spiega Nardi – il ribasso continuo dei prezzi è in via di assestamento. Basta confrontare gli annunci di tre mesi in tre mesi per rendersi conto del ripianamento in atto”.

“Il mio consiglio, come agente immobiliare e come presidente Fiaip – conclude – è quindi quello di approfittare dei prezzi attuali e non aspettare i prossimi rialzi facilmente prevedibili con la ripresa del mercato: chi vuole comperare e investire negli immobili, oggi trova sul mercato le migliori occasioni e una buona possibilità di trattare il prezzo richiesto: ecco perché bisogna saper cogliere l'attimo”.

Un vento di ripresa, quindi, quello che soffia sulla provincia pontina, ma anche su tutto il Paese, che arriva da oltre confine.
“In Inghilterra – dichiara Nardi -, dopo cinque anni di segno “meno”, il mercato immobiliare sta ripartendo: tra maggio e luglio è aumentata la fiducia dei consumatori ed allo stesso tempo è salito anche il prezzo medio delle case, del 4.6%, con un picco che non si vedeva dai tempi d’oro del 2006”.

Ed il contagio, stavolta virtuoso, potrebbe secondo l’analisi del RICS, Royal Institution of Chartered Surveyors, espandersi agli altri paesi UE, tra i quali l’Italia. La ricetta, secondo gli esperti d’oltremanica, passa attraverso un più semplice accesso al credito da parte delle famiglie.

“Qualcosa sta cambiando, infatti il calo dei prezzi del comparto residenziale sembra prossimo ad arrestarsi e la ripresa del settore appare sempre più vicina. La buona notizia arriva in simultanea con le affermazioni ottimistiche del Centro studi di Confindustria, che colloca la fine della recessione nel terzo trimestre del 2013 e l’inversione di segno entro la fine dell’anno: secondo le stime, nel 2014 il Pil dovrebbe segnare un +0.7%.

Il Governo sta per iniettare 4,5 miliardi di euro nel sistema – conclude Nardi – per agevolare chi ha intenzione di fare un mutuo: Cassa depositi e prestiti (Cdp) metterà a disposizione delle banche 2 miliardi di euro per erogare finanziamenti agevolati e anche Il DL del 12 settembre 2013 porterà dal 1 gennaio 2014 ad un generale affievolimento delle imposte ipotecaria e catastale dovute sugli atti traslativi a titolo oneroso della proprietà di beni immobili”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato immobiliare, fiduciosa la Fiaip: “Compravendite in ripresa”

LatinaToday è in caricamento