Pietra Pinta di Cori ambasciatrice all’estero del Made in Italy di qualità

L'azienda vitivinicola a Copenaghen per il Top Italian Food & Beverage Experience e Vini d'Italia Experience. Inaugurata la nuova partnership tra Cia - Agricoltori Italiani e Gambero Rosso per la promozione e la valorizzazione dell'eccellenza agroalimentare italiana nel mondo

C’era anche la provincia, ed in particolare Cori, rappresentata dalla Tenuta Pietra Pinta della famiglia Ferretti a Copenaghen per il tour Top Italian Food & Beverage Experience e Vini d’Italia Experience, che nei prossimi mesi sarà a Los Angeles (13.02), Miami (04.04), Vancouver (05.06) e Toronto (08.09). 

L’azienda vitivinicola corese è tra gli ambasciatori del “meraviglioso scrigno nascosto dei cibi tradizionali italiani”.

Nella capitale danese è stata inaugurata la nuova partnership strategica tra Cia – Agricoltori Italiani e Gambero Rosso per la promozione e la valorizzazione dell’eccellenza agroalimentare italiana nel mondo e per contrastare il fenomeno dell’italian sounding, l’attribuzione ad un prodotto di un marchio il cui “suono” evoca un’origine italiana al fine di sfruttare la popolarità del Made In Italy.

L’obiettivo è “l’internazionalizzazione delle aziende Cia con la collaborazione di Gambero Rosso, punto di riferimento per imprese e realtà che vogliono esportare quel ‘sistema cibo’ italiano molto apprezzato e richiesto all’estero, nonostante, come dimostrano i dati, gli stranieri non conoscano il 95% dei prodotti di nicchia che potenzialmente varrebbero all’Italia 70 miliardi di euro di fatturato”.

Nella vetrina del settecentesco Moltkes Palae, nel centro storico di Copenaghen, erano presenti centinaia di importatori, giornalisti e professionisti del settore, accolti con degustazioni guidate ed informate dei cibi tradizionali del Belpaese. Il Consorzio Nazionale Olivicoltori ha presentato una selezione dei migliori olii extravergine di oliva 100% italiano.

La Tenuta Pietra Pinta di Cori partecipava alla tournée Vini d’Italia Experience di Gambero Rosso con altre etichette che per l’ottimo rapporto qualità/prezzo e l’attenzione alla sostenibilità agricola sono il fiore all’occhiello della viticoltura italiana, il cui export, cresciuto del 500% negli ultimi 30 anni, è in costante sviluppo. La Danimarca, in particolare, è il 7° Paese importatore di vino italiano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

pietra_pinta_cori_copenaghen

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento