Economia

Tagli ai patronati, la protesta arriva in piazza del Popolo

Dopo il Sit-in sotto l’Ines di Latina, Terracina e Formia continua la protesta dei sindacati: i sabato 15 novembre appuntamento in piazza del Popolo a Latina per la giornata Nazionale di protesta dei patronati

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

"Tagliare i patronati equivale a tagliare i diritti dei cittadini. Non possiamo accettare ulteriori penalizzazioni. Legge di stabilità e rischio chiusura patronati: un altro duro colpo ai cittadini più deboli.

Dopo il sit-in sotto l’Inps di Latina, Terracina e Formia per la tutela dei diritti dei cittadini,continua la protesta dell’Inas Cisl, Ica Cgil e Ital Uil, con l’appuntamento di sabato 15 novembre alle ore 9 in piazza del Popolo a Latina per la giornata Nazionale di protesta dei patronati.

I dati delle pratiche presentate all’Inps di Latina dai patronati confermano che non si può fare a meno o ridurre i patronati, a rischio la tenuta sociale di questo territorio.

Anzi si rischierebbe anche il collasso dell’Inps che già oggi fatica ad accogliere e soddisfare l’utenza in virtù della grave crisi economica che sta attraversando il paese e della riduzione del personale non sempre funzionale ai bisogni.

Nel 2014 sono state presentate all’Inps 27695 pratiche di cui 16277 presentate e seguite dai patronati, più del 73%, e tra le pratiche telematiche, 11887, solo 159 pratiche risultano non patrocinate.

Se poi consideriamo che tra le 27695 pratiche - 15512 più della metà sono interventi a sostegno del reddito e in alcuni casi l’unica entrata per le famiglie (mobilità e disoccupazioni) - appare ancora più grave la situazione  se si operasse un taglio sui patronati.

Infine delle 15512 pratiche presentate, con l’aiuto dei patronati che gratuitamente forniscono ai cittadini gli strumenti per la presentazione delle domande ma anche il sistema di controllo e di collaborazione con l’istituto per il buon esito delle domande stesse, nemmeno la metà sono state liquidate, solo 6988.

Immaginate questo sistema senza i patronati; visto che ci avviciniamo al Natale, sarebbe più facile per i cittadini  una vincita alla tombola, piuttosto che un diritto con tempi certi!!"

Così in una nota Inas Cisl, Ica Cgil e Ital Uil

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli ai patronati, la protesta arriva in piazza del Popolo

LatinaToday è in caricamento