Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Latina Lido

“Lungomare di Latina dimenticato”, Di Cocco scrive al commissario Barbato

La lettera dell’ex assessore che scrive al commissario prefettizio “in qualità di commerciante della Marina di Latina” per chiedere urgenti interventi sul lungomare di Latina, dimenticato dalla scorsa estate

Interventi urgenti sul lungomare di Latina, dimenticato dalla scorsa estate: questa la richiesta che l’ex assessore comunale Gianluca Di Cocco rivolge al commissario prefettizio Giacomo Barbato al quale ha inviato una lettera. 

Già nei mesi scorsi Di Cocco aveva denunciato lo stato di degrado del lungomare, segnalando come centinaia di metri nel tratto vicino allo stabilimento Enel fossero completamemte al buio da moltissimi mesi.

LA LETTERA DI DI COCCO A BARBATO

Gentile Commissario,
le scrivo in qualità di commerciante della Marina di Latina sempre attento alle problematiche della città, sicuro che il mio pensiero sia condiviso dagli altri operatori, dai residenti e dai semplici cittadini. 
È triste dover constatare che, non appena la stagione estiva è terminata, è stata dimenticata anche la manutenzione ordinaria. Inutile dire che questo crea enormi svantaggi a chi lavora tutto l'anno sul lungomare perché vede sparire i clienti, e a chi lo abita e si sente dimenticato. 
La mia lettera è per chiedere che vengano prese misure almeno adesso, a pochi giorni dall'inizio della primavera. Un qualunque sopralluogo sulle opere realizzate grazie ai fondi Plus può far constatare lo stato di degrado in cui versano a pochi mesi di distanza dalla loro nascita:
vandalismo, scarsa manutenzione, abbandono. 
Il Parco Vasco De Gama, ad esempio, è lasciato a sé stesso e la pista ciclabile Portoghesi è sommersa da sabbia. Il degrado non finisce qui: le fontane sul lungomare non sono in funzione, l'erba non è stata tagliata ed i lampioni sono perennemente spenti dal mese di settembre nel parcheggio Casalina, mettendo in serio pericolo gli automobilisti e creando preoccupazione tra i residenti. 
Per tutte queste ragioni chiedo che vengano prese misure volte almeno a salvaguardare la primavera, alle porte
”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Lungomare di Latina dimenticato”, Di Cocco scrive al commissario Barbato

LatinaToday è in caricamento