Plastic Free, finanziamento perso dal Comune. Ciolfi e Campagna: “Siamo deluse”

L’Amministrazione deve restituire alla Regione oltre 73mila euro a causa della mancata rendicontazione. I finanziamenti erano destinati ai progetti per il lido

Siamo deluse e amareggiate per la perdita di questo finanziamento”: questo il commento delle due consigliere di maggioranza Maria Grazia Ciolfi e Valeria Campagna in riferimento ai fondi persi dall’Amministrazione per i progetti sul plastic free per il lido. Il Comune di Latina dovrà infatti restituire alla Regione oltre 73mila euro, contributo erogato per la realizzazione di azioni e interventi finalizzati al minor utilizzo e al  recupero delle materie plastiche depositate sulle spiagge libere, nell'ambito del progetto "Plastic Free Beach 2019". 

La Regione Lazio, si legge nella determinazione pubblicata sull'albo pretorio del Comune, “nel segnalare la mancata trasmissione della documentazione relativa alla rendicontazione che sarebbe dovuta avvenire entro il 30 settembre 2019” ha chiesto “contestualmente la restituzione della somma di 73.444,5 euro”. “A causa del limitato arco temporale - si legge ancora - non è stato possibile procedere all’affidamento dei servizi / forniture e pertanto, trasmettere la documentazione  per  la rendicontazione del contributo concesso entro il termine previsto”. 

“Da subito abbiamo chiesto un impegno concreto all’Amministrazione per quanto riguardava il plastic free perché le sole intenzioni non erano sufficienti - ha detto Valeria Campagna -. Con diverse mozioni abbiamo sollevato un tema politico molto sentito, dalla mozione plastic free approvata in Consiglio, alla mozione di dichiarazione di emergenza climatica e ambientale. Abbiamo, inoltre, dedicato un intero Consiglio comunale al tema arrivando ad approvare all’unanimità le proposte degli studenti delle scuole superiori che ogni venerdì scioperano per i Fridays for Future. Abbiamo da subito anche chiesto di partecipare al bando Plastic Free della Regione Lazio, i cui fondi rappresentavano un finanziamento importante per avviare la concretizzazione di quanto votato dal consiglio comunale. Più volte abbiamo sollecitato l’assessore competente a seguire l’iter previsto per l’acquisto degli eco compattatori Pet da posizionare sul lungomare e delle 4000 borracce da distribuire agli studenti, ma le nostre parole sono rimaste inascoltate e i nostri sforzi vani. Apprendere della perdita del finanziamento rappresenta una sconfitta innanzitutto ambientale e politica, prima ancora che amministrativa, di cui qualcuno dovrà prendersi la responsabilità davanti a tutta la città”. 

“Sin da inizio mandato il mio impegno sulla marina è stato massimo, perché sono fermamente convinta che costituisca il vero volano economico e turistico della città, nonché una opportunità innovativa per il nostro territorio, mai considerato realmente un territorio di mare - le fa eco Maria Grazia Ciolfi -. Nel mio ruolo di Consigliera con Mandato pongo costantemente le questioni del litorale in cima alla lista delle priorità di questa Amministrazione. Nonostante l'impegno profuso, le continue proposte e sollecitazioni, dopo la perdita del finanziamento Metamorfosi, la questione del Vasco de Gama e la perdita di questo ulteriore finanziamento non possono certo nascondere la delusione e lo scoramento. Credo sia necessario prendere subito dei provvedimenti per recuperare il terreno perso. Non possiamo dare l'impressione che la Marina di Latina è sorpassata da altre emergenze nella scaletta politica. Dobbiamo piuttosto indirizzare il nostro operato verso una visione di città e nello specifico di città di mare. Rispetto al finanziamento plastic free speriamo vivamente che la Regione possa al più presto riassegnare al nostro Comune i fondi persi e per il  Vasco de Gama che le azioni messe in atto dall’assessore competente possano portare a recuperare il progetto“

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso al Senato, 30 posti da assistente parlamentare: come candidarsi

  • Desirée, parla la mamma a Porta a Porta: "Con le cure obbligatorie sarebbe viva"

  • "Madame furto" questa volta non si salva dal carcere: dai domiciliari finisce in cella

  • Omicidio di camorra del '92: quattro arresti tra le province di Caserta e Latina

  • Fiumi di denaro riciclati nell'impresa: due arresti e maxi sequestro da 1 milione di euro

  • Auto si ribalta e finisce fuori strada, famiglia salva per miracolo

Torna su
LatinaToday è in caricamento