rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Politica

Raccolta differenziata, la parola passa ai cittadini: un sondaggio sulla gestione dei rifiuti

Il questionario anonimo potrà essere compilato su smartphone tramite l’app Junker o attraverso il link presente sul sito di Abc Latina. Gli obiettivi e come partecipare

Un sondaggio online per valutare l’effettiva qualità del servizio di raccolta differenziata a Latina valorizzando anche il ruolo che lo stesso cittadino ha nella gestione dei rifiuti urbani. Così e con questo obiettivo è nata l’idea che vede la collaborazione tra Sartori Ambiente - azienda che sviluppa soluzioni tecnologiche per l’ambiente-, con il Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive dell’Università di Trento, Abc e Junker. 

Sartori Ambiente, nel proporre sul mercato prodotti che rispondono alle reali esigenze degli utenti, vuole infatti coinvolgere direttamente i cittadini per raccogliere sul campo informazioni utili e necessarie per un costante miglioramento dei servizi. Abc Latina, cliente di Sartori Ambiente che si occupa della gestione dei rifiuti urbani in città, ha accolto con entusiasmo l’idea del sondaggio con l’obiettivo di rafforzare il rapporto instaurato con i latinensi. Il questionario potrà essere compilato in modo anonimo tramite Junker, l’app per la raccolta differenziata scaricabile gratuitamente su smartphone.

Abc Latina ha infatti adottato l’app Junker, già presente in 1200 Comuni d’Italia, per fornire ai cittadini un importante strumento di supporto per una differenziata corretta e senza errori. Gli utenti che hanno già installato Junker riceveranno un messaggio diretto in app, con il quale saranno invitati a partecipare al sondaggio. In alternativa, potranno cliccare su questo link.

Per rispondere al questionario sono sufficienti pochi minuti. L’Università di Trento, Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive, analizzerà poi i risultati del sondaggio e li condividerà con Abc Latina che potrà tenerne conto per migliorare i propri servizi, adeguandoli alle esigenze espresse dai cittadini. In particolare, il sondaggio consentirà di raccogliere feedback sulla qualità e il grado di soddisfazione dei servizi, la loro funzionalità e facilità di accesso, nonché suggerimenti su modifiche auspicate dai cittadini. Questo del sondaggio potrà rivelarsi, quindi, uno strumento utile per l’azienda anche per valutare l’opinione dei cittadini sul porta a porta avviato nel marzo 2021 ed esteso quasi all’intero territorio comunale. 

“Il nostro obiettivo con questo sondaggio – afferma Federica Stablum, dottoranda di ricerca dell’Università di Trento – è quello di rimettere al centro il cittadino e i suoi bisogni. Raramente prodotti e servizi vengono creati e messi in atto senza consultare chi alla fine li userà quotidianamente. Per noi è importante capire cosa motiva le persone a fare la raccolta differenziata, cosa stiamo facendo bene e su cosa invece possiamo ancora migliorare. Speriamo che coinvolgendo i cittadini avremo un quadro più completo di come vengono usati i servizi e potremo migliorare la raccolta differenziata in città”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, la parola passa ai cittadini: un sondaggio sulla gestione dei rifiuti

LatinaToday è in caricamento