Volley Terracina: Fabio Rigoni è il nuovo allenatore

La società sceglie la via della continuità scegliendo Rigoni che nelle ultime due stagioni era stato secondo allenatore

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

Il nuovo allenatore della Prima Squadra della Volley Terracina è Fabio Rigoni. Dopo il saluto a coach Pesce, la società sceglie la via della continuità, pescando in casa propria, affidando la panchina della squadra che affronterà il prossimo campionato di serie B2, a colui che nelle ultime due stagioni ha ricoperto il ruolo di secondo allenatore.

Terracinese purosangue, conosce l’ambiente biancoceleste in ogni dettaglio, il suo lavoro certosino svolto in questi anni nelle varie categorie nella quale la formazione del presidente Iannarilli ha militato, gli ha permesso di accumulare esperienza e tutto ciò ha fatto sì che la società voltasse pagina, virando senza troppi indugi sulla sua persona, dando fiducia a Fabio, affidandogli questo delicato, quanto importante e prestigioso compito.

È quello che traspare dalle sue prime parole come neo-coach biancoceleste: “Sono molto contento e soprattutto onorato della scelta e della fiducia riposta in me dalla società dopo che Carmine (Pesce, ndr) ha lasciato. Intraprendo questa nuova avventura da primo allenatore sapendo di avere una grossa responsabilità ed eredità sulle spalle, allo stesso tempo è con tanto orgoglio e piacere che guido una prima squadra della mia città in un campionato nazionale. Ripartiamo da dove ci siamo lasciati la scorsa stagione, con le “veterane” del gruppo più l’aggiunta di nuovi innesti e qualche giovane, anche se dobbiamo ancora completare l’organico con un paio di pedine mancanti, ma contiamo di essere al completo per l’inizio della preparazione. Sappiamo che il campionato sarà lungo, faticoso e difficile come ogni competizione nazionale, ma faremo di tutto per raggiungere il nostro obiettivo che è la salvezza".

Torna su
LatinaToday è in caricamento