rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Volley

Pallavolo: trasferta amara in Sicilia, Cisterna sconfitta in quattro set dal Catania

Dopo aver vinto il primo parziale i pontini hanno lottato nel terzo e nel quarto prima di cedere il passo ai padroni di casa. Coach Falasca: “Partita dai due volti. Dobbiamo lavorare e provare a maturare velocemente che non sarà facile”

Sconfitta nella prima trasferta stagionale per il Cisterna Volley che cede al quarto set al Farmitalia Catania. I pontini vincono il primo set e poi lottano nel terzo e nel quarto parziale ma alla fine ma non riescono a tenere il passo dei padroni di casa. 

Cisterna torna a bocca asciutta dalla Sicilia dopo aver conquistato il primo set (25-22) e dopo subito la sconfitta ai vantaggi nei due parziali successivi (entrambi con il medesimo risultato di 24-26); nel finale il quarto set è fatale perché il Catania dilaga anche grazie all’entusiasmo del pubblico di casa e conquista la sua prima vittoria stagionale.

I commenti nel post gara

“È stata una partita dai due volti - ha detto l’allenatore del Cisterna Guillermo Falasca -. Prima siamo riusciti a portare a casa il primo set senza fare cose troppo straordinarie, nella seconda stavamo giocando abbastanza bene ed eravamo avanti, poi la partita è cambiata: Catania ha spinto bene al servizio, noi non siamo stati bravi a fare il cambio palla e abbiamo perso il set. Nel terzo set siamo arrivati fino al 24-24 ma non abbiamo fatto le scelte giuste e non siamo riusciti a chiudere. Poi nel quarto è stato tutto molto difficile e abbiamo pagato molto il fatto di aver perso i due set ai vantaggi. Dobbiamo lavorare e provare a maturare velocemente che non sarà facile”.

La partita 

In avvio di partita coach Falasca schiera Saitta in regia opposto al francese Faure, laterali Jordi Ramon e Pavle Peric, al centro Mazzone e Nedeljkovic con Piccinelli libero, poi nel corso della partita c’è anche spazio per Efe Bayram che realizza anche un punto.

Primo set: Cisterna ottiene il primo set in 27 minuti, riuscendo a uscire fuori nel finale con il 22-25. Entrambe le squadre iniziano forzando molto al servizio, con tanti errori da ambo le parti (ben 13 totali) al servizio che spezzano abbastanza il ritmo di gioco. Il muro a uno di Jordi Ramon sul 10-8 segna il primo vantaggio della partita, ma Catania con Masulovic e Basic resta in scia. L’attacco di Faure sulle mani di Randazzo porta i pontini avanti 19-18, poi nel finale è l’ispirato Jordi Ramon a chiudere il set, con un attacco che trova le mani del muro di Catania.

Secondo set: Catania rimette in equilibrio la partita, conquistando il parziale ai vantaggi sul 26-24. Nonostante un inizio positivo che ha visto Cisterna passare avanti sul 6-9, grazie ai colpi di un ispirato Faure, la formazione siciliana riesce a reagire, sfruttando una buona incisività in attacco (58%). Un attacco in diagonale di Buchegger riporta in parità i padroni di casa sul 18-18. Cisterna reagisce e, grazie a un errore al servizio di Manavinezhad, arriva al set point con Jordi Ramon che trova il 23-24. Lo spagnolo sbaglia il servizio, poi Buchegger e Randazzo ribaltano il parziale conquistando il set. Orduna sceglie con successo di forzare in diagonale dal proprio opposto, bravo a chiudere la frazione con il 71% in attacco.

Terzo set: Il terzo parziale sorride nuovamente a Catania, nonostante il positivo avvio da parte dei ragazzi di Falasca. Si gioca punto a punto fino al 19-17, quando un muro di Orduna dà il via al primo break della partita: il solito Buchegger risulta decisivo, trovando il muro su Faure per il primo set point a 24-23. Prima l’opposto francese poi la schiacciata di prima intenzione di Mazzone portano il set sul 24-24, ma il muro di Masulovic su Faure chiude il set in favore dei padroni di casa. Cisterna paga la scarsa precisione in attacco (39%), oltre alle bordate dello schiacciatore Manavinezhad tra le fila di Catania.

Quarto set: Il quarto parziale non è positivo per il Cisterna che non riesce praticamente mai a tenere il ritmo di Catania che dilaga 25-13. Il primo vantaggio è decisivo per la fuga dei padroni di casa, con Manavinezhad in diagonale sul 10-3. Cisterna accenna una timida reazione con il centrale Nedeljkovic, servito da Saitta per il 16-9, ma Catania non lascia margini per un’eventuale ripartenza e con Buchegger (26 punti totali con il 61% in attacco), chiude il match. 

I tabellini 

FARMITALIA CATANIA - CISTERNA VOLLEY 3-1
FARMITALIA CATANIA: Basic 4, Pierri (lib), Cavaccini (lib), Zappoli, Orduna 3, Tondo 5, Masulovic 5, Frumuselu, Baldi, Manavinezhad 14, Bossi, Buchegger 26, Randazzo 14, Santambrogio. All. Douglas
CISTERNA VOLLEY: De Santis (lib), Finauri , Ramon 12, Saitta 2, Piccinelli (lib), Faure 20, Rossi, Czerwinski, Mazzone 3, Bayram 1, Nedeljkovic 8, Peric 11. All. Falasca
Parziali: 22-25 (27’), 26-24 (32’), 26-24 (35’), 25-14 (23’)
Arbitri: Florian Massimo e Cappello Gianluca
Spettatori: 979
Note: FARMITALIA CATANIA: ricezione 46% (28%), attacco 52%, ace 4 (err. batt. 18), muri pt. 10; CISTERNA VOLLEY: ricezione 49% (31%), attacco 48%, ace  2 (err.batt. 20), muri pt. 9

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallavolo: trasferta amara in Sicilia, Cisterna sconfitta in quattro set dal Catania

LatinaToday è in caricamento