Coronavirus Cisterna: arriva il “bonus affitti”. Ecco i requisiti, domande entro l’8 maggio

Pubblicato sul sito l’avviso e il modello precompilato. L’ammontare del contributo destinato a ciascun richiedente è fino ad un massimo del 40% del costo di tre mensilità

Anche a Cisterna, oltre che a Latina, è possibile fare domanda per i cosiddetti “bonus affitti”, l’altro contributo importante, insieme ai bonus spesa, per sostenere le famiglie fragili in questo momento condizionato dall’emergenza coronavirus. “Si tratta di uno stanziamento straordinario messo a disposizione dalla Regione Lazio finalizzato alla concessione di contributi in favore di conduttori di alloggi per sostenere in parte il pagamento dei canoni di locazione su alloggi di proprietà sia privata sia pubblica per tre mensilità dell’anno 2020” spiega l’Amministrazione.

Bonus affitti a Cisterna: i requisiti 

Ieri il Comune di Cisterna ha prima approvato in Giunta e subito dopo pubblicato l’avviso sul sito internet istituzionale dando il via alla presentazione delle domande. E’ fissato all’8 maggio il termine per la presentazione delle domande e tra i requisiti richiesti, la titolarità di un contratto di locazione o di assegnazione in locazione di un’unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali Al, A8 e A9). “Per i contratti di gestori pubblici - spiega bene l’Amministrazione - la titolarità è dimostrata dal pagamento dei canoni; non essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso ed abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare nell’ambito territoriale del Comune di residenza o domicilio; non avere ottenuto per l’annualità 2020 altro contributo per il sostegno alla locazione da parte della stessa Regione Lazio, di Enti locali, associazioni, fondazioni o altri organismi; un reddito complessivo familiare pari o inferiore a € 28.000,00 lordi per l’anno 2019 e una riduzione superiore al 30% del reddito complessivo del nucleo familiare per cause riconducibili all’emergenza epidemiologica da Covid-19 nel periodo 23 febbraio 2020 - 31 maggio 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019. Tale riduzione potrà essere riferita sia a redditi da lavoro dipendente (riduzione riferita a licenziamento, riduzione orario di lavoro, cassa integrazione, ecc), sia a redditi di lavoro con contratti non a tempo indeterminato di qualsiasi tipologia, sia a redditi da lavoro autonomo/liberi professionisti (con particolare riferimento alle categorie ATECO la cui attività è sospesa a seguito dei provvedimenti del Governo)”.

Nella domanda i beneficiari dovranno indicare l’importo annuo del canone riferito all’alloggio e riportare di essere in possesso dei contratti di locazione regolarmente registrati. Nel caso di locazione presso immobili di proprietà di gestori pubblici è sufficiente dichiarare che viene regolarmente pagato il canone. L’ammontare del contributo destinato a ciascun richiedente, nei limiti delle risorse disponibili, è fino ad un massimo del 40% del costo di tre mensilità del contratto di locazione per l’anno 2020. L’Amministrazione comunale si riserva la facoltà di erogare percentuali inferiori del 100% del contributo spettante, qualora il fabbisogno accertato sia superiore alle risorse regionali assegnate, non  procedendo alla liquidazione per importi inferiori ai 100 euro.

La presentazione delle domande

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente sul modello predisposto dalla Regione Lazio e messo a disposizione nel sito istituzionale www.comune.cisterna.latina.it nelle sezioni “Servizi Sociali” e in home page nello “Speciale Coronavirus”, e dovrà essere presentata entro il termine del 8 maggio 2020 per Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo welfare@postacert.comune.cisterna.latina.it  oppure per email: puac@comune.cisterna.latina.it. Solo in casi eccezionali all’Ufficio Protocollo dell’Ente dalle ore 9 alle 12 rispettando rigorosamente le prescrizioni previste per il contenimento dell’emergenza Covid-19.

Il Comune procederà a idonei controlli, anche a campione, circa la veridicità delle dichiarazioni rese dando atto che sono previsti controlli anche attraverso la guardia di finanza. A seguito della scadenza dei termini previsti dall’avviso, il Comune erogherà ai richiedenti il contributo, nei limiti delle risorse finanziate dalla Regione Lazio, nella misura massima del 40% del costo dei canoni di tre mensilità dell’anno 2020 con le modalità previste nel paragrafo “Contributo”.

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento