Coronavirus Cisterna, esercizi commerciali chiusi a Pasqua e Pasquetta: ecco l’ordinanza

Il provvedimento firmato dal sindaco Carturan. La chiusura per “ridurre e contenere il più possibile ogni spostamento” in occasione delle festività

Esercizi commerciali chiusi a Cisterna nei giorni di Pasqua (12 aprile) e Pasquetta (13 aprile), ad eccezione di farmacie, parafarmacie, edicole e tabaccai. Questa la decisione del sindaco Mauro Carturan che oggi ha firmato un’apposita ordinanza. 

“Persistono, purtroppo, a Cisterna i fattori di rischio, quindi non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia e adottare e rispettare tutte le necessarie misure di contenimento e contrasto alla diffusione del virus Covid-19 - affermano il primo cittadino Mauro Carturan e l'assessore al Commercio, Claudio Papacci”.

“Pertanto, allo scopo di ridurre e contenere il più possibile ogni spostamento in concomitanza con le imminenti festività, è stata disposta la chiusura per domenica 12 aprile (Santa Pasqua) e lunedì 13 aprile (Lunedì dell’Angelo) di tutte le attività commerciali al dettaglio su area privata e area pubblica, di generi alimentari e non alimentari e di prima necessità. Siamo certi - concludono - che gli operatori commerciali e i cittadini comprendano che l’iniziativa mira unicamente a tutelare la salute di tutti”.

L'appello: "Chiudere supermercati e alimentari a Pasqua e Pasquetta"

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento