Attualità

Coronavirus Lazio: tasso di occupazione dei posti letto sotto la soglia di allerta

I dati resi noti dall’Unità di Crisi della Regione: il tasso di occupazione di terapia intensiva scende al 29%, è al 34% quello dell'area medica. Lieve flessione anche in provincia

Si alleggerisce la pressione sulle strutture ospedaliere del Lazio. La conferma arriva dall’Unità di Crisi della Regione Lazio sulla base dei dati dell’ultimo report sull’emergenza coronavirus.

“Il tasso di occupazione dei posti letto totali di terapia intensiva Covid - viene spiegato - cala di 5 punti arrivando al 29% ovvero sotto la soglia di allerta (30%). Cala di 3 punti anche il tasso di occupazione di area medica dal 37% al 34% anch’esso sotto la soglia di allerta (40%)”.

Allo stato attuale, secondo l’ultimo bollettino di ieri, mercoledì 5 maggio, dell’Assessorato regionale alla Sanità sono 2055 i ricoverati in tutto il Lazio, 265 le terapie intensive occupate. Esattamente un un mese, il 6 aprile, erano ben altri i numeri a raccontare la pressione sulle strutture ospedaliere della regione: i ricoverati erano infatti 3240, con 396 pazienti in terapia intensiva.

Anche nella provincia di Latina, l’andamento dei ricoveri ha fatto registrare in queste settimane un seppur lieve rallentamento. Il bollettino della Asl di ieri per il secondo giorno consecutivo riportava un solo ricovero nelle precedenti 24 ore, con il totale in questi primi 5 giorni di maggio salito a 33, ben al di sotto del dato che nello stesso arco temporale era stato registrato ad aprile quanto i ricoveri erano stati 101. Leggera flessione confermata anche dall’ultimo bollettino settimanale dell’Azienda sanitaria locale che, nel periodo compreso tra il 28 aprile ed il 4 maggio, riportava 67 ricoveri, a fronte dei 74 della settimana precedente. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus Lazio: tasso di occupazione dei posti letto sotto la soglia di allerta

LatinaToday è in caricamento