rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Il caso / Aprilia

Fermata per un controllo: i carabinieri scoprono che era Lady Furto. Doveva scontare 13 anni

La donna era destinataria di un ordine di carcerazione per una lunga serie di reati contro il patrimonio commessi in diversi territori

E' stata fermata in auto dai carabinieri della sezione radiomobile del reparto territoriale di Aprilia impegnati in un servizio di controllo del territorio. Ma la donna, 32enne di origine macedone, ha fornito ai militari generalità poi risultate false. 

Dagli approfondimenti dei carabinieri, la donna è risultata destinataria di un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e di un ordine di carcerazione. Deve infatti scontare 13 anni, 11 mesi e sette giorni di reclusione. Il provvedimento era stato emesso dall'ufficio esecuzioni penali del tribunale ordinario di Latina per una lunga serie di reati contro il patrimonio commessi in diversi territori di compentenza delle procure di Pescara, Roma, Tivoli, Velletri e Cassino. 

La giovane, come emerso dalle indagini degli altri comandi dall'Arma, era conosciuta con il soprannome di Lady Furto, proprio per il suo lungo curriculum criminale e i numerosi precedenti per reati di questo genere. Al termine delle formalità di rito è stata dunque arrestata e trasferita nella casa circondariale di Roma Rebibbia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermata per un controllo: i carabinieri scoprono che era Lady Furto. Doveva scontare 13 anni

LatinaToday è in caricamento