Cronaca Europa / Via Helsinki

Carovana Antimafia di Libera, il viaggio internazionale parte da Latina

"Diamo un calcio alla violenza" lo slogan dell'iniziativa che dà il via al tradizionale tour dell'associazione che si chiuderà l'11 ottobre in Sicilia. Appuntamento al campo di via Helsinki

La Carovana Antimafia di Libera quest’anno prende il via proprio dalla provincia pontina.

L'appuntamento cade a 18 anni dalla prima edizione, che arrivava proprio ad un anno e mezzo dalle stragi di Capaci e via D’Amelio dove furono brutalmente uccisi Falcone e Borsellino, attraversando tutta la Sicilia.

La Carovana voleva e vuole tutt'ora portare con se un messaggio di solidarietà a chi da sempre è in prima fila per difendere e garantire legalità e giustizia, ma anche per sensibilizzare i cittadini incontrati durante le tante tappe del viaggio, per spingerli a non sottostare al potere mafioso a rialzare la testa.

E anche quest’anno la Carovana Antimafia di Libera è pronta a partire, è pronta a raggiungere le comunità della 90 tappe toccate durante il viaggio, camminando lungo un unico filo conduttore che è proprio quello di “Fare società”, dare vita a realtà alternative che vivono secondo i valori della partecipazione e dell’educazione alla legalità e alla giustizia sociale.

Dopo la presentazione dell’iniziativa che avverrà a Roma mercoledì 11 aprile alle 11, la Carovana contro le mafie, la corruzione e la violenza si sposterà nella provincia pontina dove darà il via al suo lungo cammino che la porterà in tutte le regioni italiane arrivando fino in Francia e Svizzera per approdare poi in Sicilia l’11 ottobre dove si concluderà il tour.

In occasione di questa prima tappa il coordinamento provinciale di Libera e i presidi pontini di Aprilia, Borgo Montello, Cisterna, Sabaudia, Fondi-Formia, invitano i cittadini e le associazioni della provincia a partecipare all’evento “Diamo un calcio alla violenza”.

Sono invitate tutte le associaizoni, dall'Agesci all'Azione Cattolica, da Legambiente all' Arci dalle Acli a Ecologia e Territorio. 

Teatro dell’appuntamento che si terrà a partire dalle 16 di mercoledì è il campo di via Helsinki, il centro sportivo confiscato e consegnato all’associazione solo qualche giorno fa. Sarà un pomeriggio di sport, musica e spettacoli, per ricordare a tutti noi che la vita di ogni persona è sacra e inviolabile e che la nostra provincia deve essere libera dalla violenza, dalla corruzione e da tutte le mafie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carovana Antimafia di Libera, il viaggio internazionale parte da Latina

LatinaToday è in caricamento