rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Via Regione Veneto

Impiegato comunale al centro anziani, precisazioni di Patrizia Fanti

Biblioteca del sito di via Veneto adibita ad ufficio amministrativo per un impiegato della ripartizione dei Servizi Sociali: l'assessore risponde al Pd e al presidente del centro

Il polverone era stato sollevato qualche giorno fa dall’opposizione in seguito alla visita di alcuni esponenti del Pd presso il centro sociale degli anziani di via Veneto a Latina.

Nella circostanza, il capogruppo del partito in Comune, Giorgio De Marchis, aveva sottolineato come l’amministrazione comunale usufruisse della biblioteca della struttura utilizzandola come ufficio amministrativo a disposizione di un impiegato di fatto sottratto all’ufficio dei servizi sociali del Comune.

Pronta ed immediata la risposta da parte dell’amministrazione stessa e della diretta interessata, Patrizia Fanti, assessore ai Servizi Sociali, soprattutto dopo che sulla questione si era espresso anche il presidente del centro di via Veneto.

“L’amministrazione  - si legge in una nota del Comune - ha inteso esercitare la necessaria e obbligatoria azione di controllo e di gestione efficiente, dislocando una figura all’interno del centro sociale. Tale persona, che è un impiegato della ripartizione dei Servizi sociali del Comune e quindi nel pieno delle sue funzioni, rappresenta un valido supporto per la gestione del più grande centro sociale della città e uno dei più affollati d’Italia per densità di iscritti, circa 1.500 persone”.

“Questa figura – prosegue l’amministrazione comunale -, quindi, è di ausilio e supporto al presidente e al comitato di gestione del centro sociale, ma soprattutto è un valido punto di riferimento per le esigenze di centinaia di soci e della responsabile dei centri sociali, da tempo impegnata su incarico dell’amministrazione nella gestione dei centri sociali comunali. La dislocazione di questo operatore dei Servizi sociali rientra, inoltre, in un quadro più generale di ottimizzazione degli spazi comunali, evitando sprechi e inutili pagamenti di fitti, concentrando risorse sui servizi sociali, visti anche i continui tagli al settore da parte del governo”.

Su tale vicenda l’assessore comunale ai Servizi sociali, Patrizia Fanti, afferma: “Trovo disdicevole che, alla luce degli impegni e degli sforzi compiuti dall’amministrazione comunale nel sociale e, nello specifico, nella gestione dei centri sociali, il presidente del centro abbia espressioni poco corrette nei confronti del Comune, che denotano una mancanza di volontà di collaborare con l’amministrazione e con le istituzioni in generale. Affermo questo anche rilevando che da parte del Comune abbiamo sempre operato, e continuiamo a farlo, per valorizzare e supportare l’azione di tutti i presidenti dei nostri dieci centri sociali. Chi lavora bene e in maniera trasparente – conclude l’assessore Fanti – non deve temere i controlli e così è per i centri sociali”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impiegato comunale al centro anziani, precisazioni di Patrizia Fanti

LatinaToday è in caricamento