Controlli interforze sul territorio, si parte da Aprilia: 15 stranieri espulsi

Il servizio sollecitato dal Dipartimento di pubblica sicurezza ha riguardato centro e periferie, zone agricole, siti industriali dismessi, stazioni ferroviarie. Accertamenti anche sui money transfer e su permessi di soggiorno legati ai matrimoni misti

Tre giorni di controlli serrati sul territorio organizzati in un'attività che ha coinvolto congiuntamente polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia locale. Il servizio era stato sollecitato dal Dipartimento di pubblica sicurezza del ministero ma era già stato pianificato nell'ambito dell'attività di coordinamento svolta dalla Prefettura di Latina. Punto di partenza è stata la città di Aprilia, dove in questo periodo si concentra l'attenzione degli investigatori per via del soggiorno, negli anni passati, di due terroristi, Anis Amri, che aveva colpito a Berlino, e Ahmed Hanachi, killer di Marsiglia

Il bilancio è di 426 persone identificate, in particolare cittadini extracomunitari; 20 veicoli fermati; 50 esercizi commerciali controllati; oltre 6mila euro di sanzioni elevati e due mezzi sequestrati. I controlli, effettuati con l'ausilio dei reparti speciali della polizia e dell'Arma, delle unità cinofile e del Nas, si sono concentrati in particolare nella zona del centro cittadino di Aprilia e nelle periferie, Campoverde e Campo di Carne, sulla Nettunense. Sono stati ispezionate zone considerate a maggior rischio per la presenza di sacche di marginalità sociale, siti agricoli, campagne, bar e attività commerciali gestite da stranieri, ex siti industriali dismessi, stazioni ferroviarie e fermate di autobus. Una serie di accertamenti sono stati effettuati anche sulla cessione di fabbricati a cittadini stranieri, sui money transfer e sui permessi di soggiorno legati ai matrimoni misti. 

Nel corso del servizio sono stati avviati all'espulsione 15 soggetti stranieri che avevano una posizione irregolare sul territorio italiano, tra tunisini, marocchini ed egiziani. I risultati dei controlli sono stati resi noti oggi nel corso di una conferenza stampa congiunta tra Prefetto di Latina Pierluigi Faloni, il Questore Carmine Belfiore, il Comandante provinciale dell'Arma dei carabinieri Gabriele Vitagliano e il Comandante della finanza Michele Bosco.

Le attività di prevenzione e controllo proseguiranno anche nei prossimi giorni e interesseranno anche altri centri della provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Latina: altri 5 decessi in provincia, 139 i nuovi casi positivi

  • Coronavirus Latina, la curva sale ancora: 260 nuovi contagi in provincia. Tre i decessi

  • Coronavirus Latina: sono 169 i nuovi casi positivi in provincia. Altri tre decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Tamponi in farmacia, dove farli a Latina e provincia. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Coronavirus Latina: la curva dei contagi non si piega, altri 257 in provincia. Tre i decessi

Torna su
LatinaToday è in caricamento