Criminalità, corteo per la sicurezza nel quartiere San Valentino a Cisterna

Alla manifestazione hanno preso parte un centinaio di cittadini che hanno sfilato per le vie del quartiere per dire no a violenza e criminalità. Assessore Martelli: "Abbiamo bisogno di iniziative di questo tipo"

Un corteo per dire no alla violenza e alla criminalità: la manifestazione sabato scorso nel quartiere San Valentino a Cisterna. 

Una mobilitazione per la sicurezza che ha visto un centinaio di cittadini che, partiti da al piazzale della parrocchia di via Giovanni Falcone intorno alle 19:45, subito dopo la celebrazione della Santa Messa, hanno sfilato per le vie del quartiere. 

Alla manifestazione, organizzata dall’associazione “Grazie Madre” in collaborazione proprio con la parrocchia San Valentino, hanno preso parte numerose associazioni di volontariato della città, con le associazioni di Protezione Civile di Cisterna e gli agenti del Comando di Polizia locale impegnate a  garantire la sicurezza ed a gestire la viabilità durante il passaggio della fiaccolata.

Presente anche l’amministrazione comunale con l’assessore Danilo Martelli. “L’amministrazione comunale - ha detto - ha apprezzato molto questo momento di condivisione che nasce direttamente dai cittadini di un quartiere complesso come quello di San Valentino. Abbiamo bisogno di iniziative di questo tipo perché rimarcano la linea netta che separa chi vuole vivere la nostra comunità impegnandosi in prima persona da chi ritiene di poterla vivere compiendo atti e gesti che la offendono.

Dovremo dibattere, e farlo a lungo - prosegue Martelli -, sui temi che riguardano gli scarsi investimenti e le poche risorse che lo Stato in generale mette a disposizione degli agenti e dei militari che sono il primo presidio di legalità nei nostri comuni. Dovremmo parlare delle difficoltà che hanno i Comuni a sostenere i corpi di polizia locale a causa di tagli sempre maggiori e di risorse sempre più carenti".

corteo_san_valentino_cisterna_1 

Come amministrazione abbiamo mantenuto, seppure non senza difficoltà, il posto di polizia municipale nel quartiere San Valentino. I cittadini ci chiedono di più e come amministrazione siamo impegnati per chiedere maggiori controlli, con più uomini e mezzi, per il nostro territorio, lo facciamo coscienti del fatto che la situazione della provincia di Latina è delicata e che merita una attenzione maggiore da parte delle istituzioni governative” ha concluso l’assessore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 236 nuovi casi in provincia e altre quattro vittime del covid da Latina e Fondi

  • Coronavirus Latina: ancora 260 nuovi casi in provincia. Un altro decesso

  • Coronavirus Latina: la curva non scende, 244 nuovi casi in provincia. Altri 3 decessi

  • Coronavirus Latina: si impenna ancora la curva, 274 i nuovi casi. Altri 6 decessi

  • Coronavirus, nuova impennata: 309 casi in provincia, quattro morti. In aumento i ricoveri

  • Coronavirus, racconto dal reparto dei pazienti gravi: "Covid contagiosissimo e pericoloso. L'età si abbassa"

Torna su
LatinaToday è in caricamento