menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi idrica, class action contro Acqualatina: tante segnalazioni al comitato di avvocati

Il comitato di legali civilisti e penalisti del sud pontino si è costituito nei giorni scorsi invita i cittadini ad annotare disservizi ed anomalie. A lavoro intanto per capire le vere ragioni della carenza idrica

Numerose le segnalazioni ricevute dal comitato di avvocati civilisti e penalisti del sud pontino che si è costituito nei giorni scorsi con l'intento di promuovere una class action nei confronti di Acqualatina. 

“Ad oggi sono state già raccolte numerose adesioni e chiediamo che gli interessati ci contattino o sulla pagina facebook "Class Action Acqualatina" ovvero all'indirizzo mail:2017acqua@gmail.com, entro il 30 Giugno 2017” scrive il comitato in una nota.

Nei prossimi giorni gli avvocati sostenuti da privati cittadini e dal Comitato Parco degli Aurunci saranno in piazza per raccogliere altre adesioni.

Il Comitato invita tutti “ad annotare i disservizi, i ritardi nella erogazione, la mancanza di servizi sostitutivi, l'anticipazione delle interruzioni rispetto all'orario indicato da Acqualatina ovvero la mancata segnalazione della sospensione, le spese aggiuntive sostenute ad esempio laddove si abbiano tariffe per l'energia elettrica per l'uso di lavatrici e lavastoviglie in fasce orarie non più utilizzabili, il ritorno di acqua dal colore scuro e quindi non potabile, eventuali guasti connessi a ‘colpi d’ariete', eventuale acquisto di autoclavi o di acqua minerale per il maggiore fabbisogno”. 

Intanto il collegio difensivo ha già raccolto e continua a raccogliere all'indirizzo mail indicato decine di segnalazioni da tutti i comuni. Nei prossimi giorni comunicherà i luoghi ove sarà possibile reperire gli stessi in forma cartacea per chi non utilizza i social.

Tra le azioni in cantiere, con l'ausilio di alcuni commercialisti, il pool ha intanto cominciato “a studiare il bilancio 2015, l'unico disponibile al momento, che in combinato disposto con le relazioni dei sindaci e della società potrebbero chiarire se vi sia stata anche una culpa in vigilando del CDA e del Collegio sindacale, tenuti al controllo di legalità e contabile. Ovviamente - conclude il comitato in una nota -, saranno effettuati accessi agli atti per verificare anche se gli investimenti sono in linea con il piano industriale. Speriamo così di scoprire anche le vere ragioni della carenza idrica”.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento