rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
L'iniziativa per le scuol / Torre la Felce / Via Reno

Controsoffitto crollato in classe al Marconi: “Le scuole sicure siano la priorità”. Gli accertamenti

L’appello di Rete degli Studenti e Fillea Cgil dopo quanto accaduto all’istituto di via Reno con il cedimento della copertura di una delle aule tre studenti che sono rimasti feriti. Si lavora per chiarire le cause del crollo

Le scuole sicure siano la priorità”: questo l’appello che arriva da Rete degli Studenti e Fillea Cgil dopo quanto avvenuto ieri all’Istituto Guglielmo Marconi di Latina dove, durante l’orario di lezione, una parte del controssoffitto è crollata all’interno dell'aula di una delle classi terze della scuola di via Reno.

“L’evento, che fortunatamente non ha avuto conseguenze ben più gravi, è un campanello d’allarme che evidenzia la necessità di dare vita ad un grande piano di messa in sicurezza e riqualificazione degli edifici scolastici” spiegano in una nota Rete degli Studenti e Fillea Cgil. Tre i ragazzi che sono rimasti feriti, fortunatamente non in maniera grave; gli studenti, tutti di 17 anni, hanno riportato escoriazioni ed hanno accusato dolori alle braccia e alle spalle e per accertamenti dopo essere stati soccorsi sul posto dai sanitari del 118 sono stati portati all’Icot di Latina.

"Nell’augurare una pronta guarigione ai tre studenti, - dichiarano ancora Rete degli Studenti e la Fillea Cgil- auspichiamo una reazione immediata da parte delle istituzioni per mettere in campo tutte le azioni necessarie per scongiurare la possibilità che eventi del genere possano ripetersi. Su questi temi, proprio in queste settimane, siamo impegnati nella campagna 'Fateci Spazio', che prevede, in questa prima fase, un’attività di raccolta dati e monitoraggio sullo stato degli edifici scolastici, su cui abbiamo intenzione di aprire un confronto con le istituzioni.”, concludono le organizzazioni sindacali.

Intanto su quanto accaduto in una della aule che sono state ricavate dagli spazi destinati alla palestra, sono in corso gli accertamenti di vigili del fuoco e carabinieri, che ieri sono intervenuti sul posto con i militari della Sezione Radiomobile una volta scattato l’allarme, per fare luce su quali siano state le cause del crollo. Un accurato sopralluogo è stato effettuato all’interno della classe del Marconi dove sono arrivati anche gli ingegneri della Provincia di Latina che a settembre 2020 aveva effettuati dei lavori all’interno dell’istituto di via Reno. Ora l’area interessata dal crollo è stata posta sotto sequestro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controsoffitto crollato in classe al Marconi: “Le scuole sicure siano la priorità”. Gli accertamenti

LatinaToday è in caricamento