Elezioni degli avvocati: presentato un ricorso. Guerra aperta tra due liste

La formazione Insieme per il cambiamento contesta l'elezione del presidente Lauretti e di altri quattro consiglieri

A pochi giorni dalle elezioni e dalla proclamazione degli eletti nel foro pontino, è di nuovo guerra tra due liste. Come già annunciato, la formazione “Insieme per il cambiamento”, guidata da Pierluigi Torelli, ha presentato un ricorso al Consiglio nazionale forense contro le prime cinque persone elette nell’organismo. 

I risultati delle votazioni avevano di nuovo premiato la lista di riferimento di Gianni Lauretti, che è stato ufficialmente riconfermato alla presidenza del Consiglio dell’Ordine con una maggioranza di undici consiglieri su quindici. L'avvocato Dino Lucchetti, ispiratore della Lista capeggiata da Torelli, ha spiegato ieri mattina che si intende "sottoporre a verifica la eleggibilità di cinque consiglieri che ricoprono la carica da più di due mandati. Tra i ricorrenti figurano colleghi che non avrebbero la possibilità, in caso di accoglimento del reclamo, di entrare in Consiglio e quindi sono stati animati solo dal desiderio di verificare il rispetto della legge”.

In caso di accoglimento del ricorso sarebbero dunque a rischio Lauretti, Farau, Panico, Ciccarese e De Angelis.  Il rischio è quello di dimissioni della maggioranza dei consiglieri in caso di accoglimento del reclamo. In questo caso si tornerebbe di nuovo al voto, per la quarta volta in circa quattro anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta lite all’autolavaggio, tre arresti per tentato omicidio. Pestato un 48enne

  • "Certificato pazzo" in cambio di soldi: un medico della Asl al centro del "sistema"

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: “Ho deciso di collaborare per non essere ammazzato"

  • Morto dopo un inseguimento notturno di una ronda, processo davanti alla Corte di Assise per omicidio

  • Processo Alba Pontina, Pugliese racconta: minacce anche per controllare il prezzo del pesce al mercato

  • "Certificato pazzo", primi interrogatori: un'arrestata ascoltata in ospedale

Torna su
LatinaToday è in caricamento