Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Pronto soccorso in emergenza, Di Giorgi scrive a Zingaretti

Lettera del sindaco al governatore del Lazio per fare presente "la situazione di costante emergenza del pronto soccorso del Goretti di Latina, diventata ormai insostenibile" e chiedendo interventi urgenti

Ha inviato una lettera al presidente della Regione per chiedere un suo immediato intervento. La questione, che assume quasi le fattezze di una vera e propria emergenza, è quella del pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti.

Anche nella sua veste di presidente della conferenza dei sindaci sulla sanità, il sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi, su invito del presidente del Consiglio comunale Nicola Calandrini, ha così inviato una lettera al governatore del Lazio, e Commissario ad acta della sanità nel Lazio, in cui si fa presente “la situazione di costante emergenza in cui versa la struttura del pronto soccorso dell’ospedale civile S. Maria Goretti di Latina, diventata ormai insostenibile”.

“Medici ed infermieri sono costretti a lavorare in condizioni di estrema difficoltà e l’assistenza prestata ai pazienti è fortemente pregiudicata dalle carenze strutturali ed organizzative del nosocomio - scrive Di Giorgi nella sua missiva -. Servono provvedimenti immediati e risolutivi – scrive ancora il sindaco – nuove risorse economiche ed umane, una riorganizzazione dei servizi per difendere il diritto alla salute di tutti i cittadini.

La constatazione della assoluta gravità della situazione e dunque della necessità di adottare misure urgenti ed improcrastinabili, per garantire il livello minimo di efficienza del nosocomio pontino, induce il sottoscritto a chiederle di prendere in esame, senza indugio, le problematiche sopra esposte e di assumere tutte le iniziative utili alla definizione delle stesse in tempi brevi”.

“Ho inoltre confermato al presidente Zingaretti - afferma il sindaco - la piena disponibilità dell’amministrazione comunale ad attuare ogni forma di collaborazione, concertazione e cooperazione per superare l’emergenza, risanare il sistema sanitario locale e creare le condizioni per un rapido ed effettivo miglioramento e potenziamento dei servizi sanitari a favore della comunità pontina.

Insieme al presidente Calandrini abbiamo deciso di lanciare un forte grido di allarme al presidente Zingaretti: serve un intervento urgente ed efficace per garantire ai nostri cittadini un’assistenza efficace e civile, come ho avuto modo di esprimere al direttore della Asl, Michele Caporossi, che ho informato di questa iniziativa trovando sostegno e condivisione. L’auspicio è che il presidente Zingaretti raccolga il mio appello, un forte grido di allarme dovuto ad una condizione giunta ormai a limiti di insostenibilità”.        

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pronto soccorso in emergenza, Di Giorgi scrive a Zingaretti

LatinaToday è in caricamento