Venerdì, 12 Luglio 2024
Il caso / Fondi

Marco Pannone, la mamma: "La situazione è ancora difficile, dobbiamo aspettare"

Non migliorano le condizioni del giovane fondano aggredito a Londra e da due mesi ricoverato. Nessuna novità dalle indagini della polizia

A oltre due mesi dall'aggressione subita, le condizioni di Marco Pannone, 25enne originario di Fondi, purtroppo non migliorano e i medici esortano la famiglia ad aspettare una sua risposta alle cure che gli sono state praticate al King's College Hospital di Londra. La mamma del ragazzo, Enza, si trova a Londra insieme al marito Giuseppe: "La situazione è difficile per Marco - dichiara - e per noi che gli stiamo accanto, vorrei tanto che possa migliorare così da trasferirlo in un ospedale italiano, ma dobbiamo aspettare". 

Le parole della madre del giovane sono state raccolte dalla Pro Loco di Fondi che, dopo l'aggressione, si è attivata con una raccolta fondi avviata sul territorio, che ha consentito di raggiungere la cifra complessiva di 13.860 euro, devoluta ai familiari per sostenere alcune spese vive.

Dalla polizia londinese intanto non arriva alcuna notizia in merito alle indagini sugli aggressori di Marco Pannone. Il giovane fondano era stato picchiato nelle prime ore della mattinata del 3 dicembre, all'esterno del pub in cui lavorava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Pannone, la mamma: "La situazione è ancora difficile, dobbiamo aspettare"
LatinaToday è in caricamento