rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
I controlli

Sospettato di furti e rapine: giovane bloccato e arrestato dagli agenti per resistenza a pubblico ufficiale

Si tratta di uno straniero del Gambia, immortalato dalle telecamere di un bar derubato nei giorni scorsi. La sua descrizione corrisponde anche a quella del malvivente che ha aggredito una donna a Palazzo Pegasol

Un giovane straniero, originario del Gambia, è stato fermato dalla polizia per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Ma il ragazzo è sospettato di essere uno degli autori di furti e rapine messi a segno negli ultimi giorni nel capoluogo, compresa l'aggressione a una donna avvenuta all'interno del Palazzo Pagasol, in pieno centro, con lo scopo di sottrarre alla vittima il portafoglio. Episodi sui quali gli investigatori della questura stanno cercando di fare luce. L'ultimo è stato un furto consumato ai danni di un bar in via Piave, immortalato dalle telecamere di sorveglianza del locale che hanno ripreso un uomo di colore in azione a volto scoperto, che dalla descrizione sembrava corrispondre all'autore dell'aggressione avvenuta pochi giorni prima in centro città.

Gli agenti della volante, in un servizio di controllo del territorio intensificato anche per contrastare i furti, hanno individuato il giovane nella notte di lunedì mentre era in bicicletta nei pressi del parco Falcone e Borsellino. Lo hanno dunque avvicinato per un controllo, ma il giovane alla vista delle pattuglie è fuggito in bici per le strade del centro. I poliziotti lo hanno inseguito, riuscendo a bloccarlo mentre, abbandonato il mezzo, stava cercando di scappare a piedi. Raggiunto, ha cercato di divincolarsi ma è stato poi condotto negli uffici della questura per l'identificazione. E' stato al momento fermato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, mentre è ancora al vaglio la sua responsabilità sui furti commessi nei giorni scorsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospettato di furti e rapine: giovane bloccato e arrestato dagli agenti per resistenza a pubblico ufficiale

LatinaToday è in caricamento