Operazione Commodo, la Cisl riunisce il Comitato esecutivo: "Siamo organizzazione pulita"

Dopo l'arresto del segretario provinciale della Fai Marco Vaccaro si è riunito il comitato esecutivo

Si è riunito oggi il Comitato esecutivo della Cisl di Latina dopo il terremoto scatenato nel sindacato dall'operazione Commodo, che nei giorni scorsi ha portato all'arresto di sei persone, tra cui il segretario provinciale della Fai Cisl Marco Vaccaro. Nel corso della riunione del Comitato esecutivo il segretario generale Roberto Cecere ha illustrato la "grave vicenda dai contorni vergognosi che nulla hanno a che fare con il modo di agire di numerosissimi sindacalisti che ogni giorno si prodigano per il bene dei lavoratori".

Il segretario ha poi ricordato che il protocollo sottoscritto lo scorso 8 gennaio in Prefettura per la lotta al caporalato, "è l’evidenza del sostegno della nostra organizzazione con gli altri sindacati contro lo sfruttamento".

"La vicinanza dimostrata da sempre dalla Cisl agli stranieri è storica - si legge in una nota del sindacato - ci batteremo in tutti i luoghi per i loro diritti e per la dignità delle persone. Estendere la colpevolezza dei fatti e tentare di infangare l’immagine del segretario di Latina Roberto Cecere e della Cisl è un’operazione becera che non trova nessun fondamento concreto, ed evidenzia soprattutto che il giornalista che scrive non conosce l’organizzazione. La confederazione è composta da 17 Federazioni, ognuna di esse ha autonomia economica–amministrativa e politica–organizzativa che sono disciplinate nell’ambito dello Statuto. Scrivere che la Cisl di Latina non si era accorta della mole di iscrizioni di lavoratori alla Fai o degli incrementi economici importanti avuti negli ultimi tempi, è falso. Si sottolinea che la Fai Cisl ha un suo conto, un suo bilancio, separato da quello Confederazione. Negli anni 2017 e 2018, anche se ancora in fase di chiusura, Il tesseramento ha evidenziato un segno negativo di circa 200 tessere; introiti economici maggiori non ne abbiamo visti ne tanto meno la federazione ci ha comunicato nulla".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, si sottolinea che ogni Federazione hai suoi organi di controllo per la gestione delle attività, collegio sindacale e collegio dei probiviri. La Cisl di Latina è un’organizzazione pulita - ha affermato Roberto Cecere - chi con mezzi squallidi legati all’informazione che, dovrebbe essere veramente l’essenza pulita di un servizio di qualità, evidenzia la pochezza culturale ed intellettuale del lavoro che svolge. Tuteleremo la nostra organizzazione in tutte le sedi competenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1541 nuovi casi e 10 decessi. In provincia il secondo dato più alto di sempre

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus, ancora 124 contagi in provincia e un altro morto. Ottavo decesso in otto giorni

  • Coronavirus Latina, i contagi continuano a salire: altri 139 casi in provincia. Un decesso

  • Coronavirus, nel Lazio sfiorati i 2mila casi giornalieri, 25mila i tamponi. Aumentano i guariti

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento