Cronaca

Inchiesta della Dda, Coletta: "Latina torna alla ribalta nazionale, ma merita di essere raccontata per altro"

Il commento del primo cittadino sull'indagine relativa allo scambio elettorale politico mafioso nelle elezioni amministrative del 2016 che ha riguardato il candidato di Noi con Salvini Matteo Adinolfi

Dopo l'inchiesta della Dda sullo scambio elettorale politico mafioso che vede indagato l'eurodeputato della Lega Matteo Adinolfi e che ha portato all'arresto dell'imprenditore Raffaele Del Prete e del suo collaboratore Emanuele Forzan, interviene anche il sindaco di Latina Damiano Coletta che in un post pubblicato sul suo profilo Facebook commenta la vicenda: "Purtroppo oggi Latina - dichiara - torna sulla ribalta nazionale per un'inchiesta giudiziaria su un presunto voto di scambio politico-mafioso risalente alla campagna elettorale del 2016. Non entro nel merito, non l'ho mai fatto e non lo farò nemmeno ora, avendo come sempre il massimo rispetto nei confronti degli inquirenti e degli indagati".

"Da sindaco però - aggiunge Coletta - sento il dovere di dire una cosa in difesa della nostra città: Latina e i latinensi meritano di essere raccontati per i loro straordinari talenti, per la bellezza del territorio, per il futuro che li attende, e non per le inchieste giudiziarie. È questa la motivazione che mi spinge ad andare avanti, consapevole che la strada imboccata è quella giusta. Abbiamo giocato il primo tempo di questa partita e Latina è già cambiata. Continuerà a farlo perché c'è tanto di bello da fare e da raccontare. Ora siamo pronti per il secondo tempo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta della Dda, Coletta: "Latina torna alla ribalta nazionale, ma merita di essere raccontata per altro"

LatinaToday è in caricamento