menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camion raccolta rifiuti, Abc: "La sentenza del Tar non rallenta l'iter del porta a porta"

Il tribunale amministrativo di Latina aveva accolto il ricorso della ditta esclusa dalla procedura dell'azienda Abc per la fornitura di 24 mezzi

Nessun rallentamento dell'iter di avvio della raccolta differenziata porta a porta a Latina. Lo ribadisce l'azienda Abc in riferimento alla sentenza del Tar del Lazio relativa alla gara di affidamento del contratto di fornitura di automezzi per la raccolta rifiuti solidi urbani. "E' bene ricordare - spiega in una nota Abc - che il lotto in questione riguarda 24 mezzi di piccola portata dei complessivi 110 necessari per l'avvio del porta a porta e che il lotto dei 55 mezzi, analoghi a quelli oggetto di ricorso, è stato aggiudicato e nelle scorse settimane sono già stati consegnati i primi 17 mezzi".

Secondo la sentenza del Tar gli automezzi con vasca da 7 mc a carico posteriore, posti a base di gara del lotto impugnato, avrebbero dovuto necessariamente essere dotati di un impianto frenante a circuito pneumatico e di un freno di stazionamento sull’asse posteriore. Il Tar ha dunque annullato l’aggiudicazione disposta in favore di un concorrente, che aveva offerto dei mezzi con impianto frenante con circuito idraulico e un freno di stazionamento manuale sull’albero di trasmissione.

"Tali caratteristiche tecniche - chiarisce ancora l'azienda - sono state individuate in un primo momento dalla stessa Abc Latina. Tuttavia, a seguito delle numerose richieste ricevute dagli operatori economici interessati alla partecipazione alla procedura di gara, è stata chiarita la possibilità di presentare automezzi con sistema frenante tecnicamente compatibile con quanto inizialmente richiesto, purché funzionalmente idoneo allo scopo, nel rispetto del principio di equivalenza sancito dalla normativa nazionale ed europea. Si è deciso, cioè, di allargare quanto più possibile la platea dei potenziali partecipanti, favorendo la più ampia concorrenza ed aprendo il mercato al più alto numero di operatori economici possibile, in aderenza alle finalità e ai principi  cardine del Codice degli appalti e alla più recente giurisprudenza. Ed è proprio in virtù di tale apertura che ben 4 sui 5 partecipanti alla procedura impugnata hanno offerto degli automezzi dotati di impianto frenante idraulico e freno di stazionamento sull’albero di trasmissione, che, evidentemente, sono perfettamente idonei allo scopo cui verranno impiegati da Abc".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento