rotate-mobile
Cronaca Sermoneta

Botte alla madre 80enne sulla sedia a rotelle, l'uomo nega tutto. "Non è vero niente"

L'interrogatorio del 44enne di Sermoneta arrestato per maltrattamenti in famiglia a conclusione di un'indagine dei carabinieri

Ha negato le accuse il 44enne di Sermoneta arrestato dai carabinieri per i gravi maltrattamenti sulla madre 80enne costretta su una sedia a rotelle.

B.S. queste le sue iniziali, questa mattina è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Latina Giorgia Castriota, che ha firmato l'ordinanza di custodia cautelare, per l'interrogatorio di garanzia: assistito dall'avvocato Amleto Coronella l'uomo ha detto di non essere responsabile delle violenze sulla donna, violenze peraltro riprese dalle telecamere che i carabinieri della stazione di Sermoneta avevano installato all'interno dell'abitazione dove vivono entrambi. 

Nonostante la vittima non avesse mai denunciato il figlio le indagini, alle quali hanno collaborato i Servizi sociali del Comune, hanno consentito di accertare “vessazioni, costanti, abituali e mortificanti fatte di ingiurie, minacce, umiliazioni e percosse”. La vittima veniva schiaffeggiata con violenza dal figlio e in alcune occasioni è stata anche colpita con oggetti quali una bottiglia o un mestolo, il tutto immortalato come prova determinante che ha portato il 44enne dritto nel carcere di Latina.

La difesa per ora non ha depositato alcuna richiesta per ottenere una misura cautelare alternativa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte alla madre 80enne sulla sedia a rotelle, l'uomo nega tutto. "Non è vero niente"

LatinaToday è in caricamento