Martina Natale ha il suo diploma: la consegna del Ministro Bussetti alla famiglia

Al Manzoni la toccante cerimonia di consegna dei diplomi della classe di Martina, la ragazza scomparsa lo scorso giugno senza poter sostenere personalmente gli esami di maturità

Si è tenuta questa mattina, martedì  2 ottobre, al Liceo Manzoni di Latina la consegna dei diplomi alla classe V B. Una classe che è ormai entrata nel cuore di tutti i pontini come esempio di amicizia e solidarietà, la classe di Martina, la splendida ragazza, forte e piena di vita che ci ha lasciati lo scorso giugno a causa di un tumore aggressivo e incurabile. Martina era pronta a sostenere gli esami di maturità, aveva già preparato la tesina, un lavoro che citava Pirandello, i terremoti e il teatro spagnolo, frutto dei suoi molti interessi e delle tante passioni, ma la malattia non glielo ha concesso. Un lavoro però che non è andato perso, perché i suoi compagni di scuola hanno chiesto di poter discutere questa tesina per lei, per farle ottenere quel diploma che tanto aveva atteso e per il quale tanto aveva sospirato.

Il grande cuore dei suoi compagni, spronati dalla sua forza, dal suo profondo amore per la vita hanno portato oggi il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti a Latina per consegnare personalmente il diploma alla famiglia di Martina. Una cerimonia toccante alla quale hanno partecipato tutte le autorità militari, civili e religiose, che ha reso omaggio alla memoria di Martina e che è stato da monito di riflessione per tutti i ragazzi, genitori, insegnanti e presenti.

L'introduzione della dirigente scolastica

La professoressa Paola Di Veroli, preside del Liceo Manzoni ha introdotto la cerimonia di consegna dei diplomi con un ringraziamento alle autorità per la loro presenza e la loro sentita partecipazione a tutta la storia di Martina. Ha raccontato, dal punto di vista dei docenti, questa storia così toccante ma così bella, profonda e piena di solidarietà. Ha ribadito con emozione le parole dette durante l’omelia per i funerali: “portate con voi Martina in ogni cosa che fate”.

Il saluto del Sindaco

Anche il sindaco di Latina Damiano Coletta ha voluto salutare i presenti con poche ed emozionate parole: l’ammirazione sincera per i genitori di Martina, che soffrono uno dei dolori più grandi, sopravvivere ai propri figli, trasformandolo in un potente messaggio di vita. L’ammirazione verso Martina e verso i suoi compagni di classe, che hanno dimostrato quale sia veramente il valore di comunità, su cui si fonda la scuola e il futuro di ogni paese.

Le parole della Mamma di Martina

La mamma di Martina, evidentemente emozionata ha ringraziato tutti coloro che hanno permesso a Martina di ottenere il diploma, una cosa che occupava i suoi pensieri, a cui teneva tantissimo. Martina, una ragazza così aperta e così spontanea, ha insegnato loro, una famiglia molto riservata, ad aprirsi agli altri, a donarsi, come faceva lei. Le sue parole: “La chiusura non serve a niente, soprattutto quando si prova un dolore del genere. Purtroppo la storia di Martina non è unica, non è stata la prima e non sarà l’ultima. Noi le abbiamo dato tutto quel che potevamo, abbiamo cercato di rendere felice il tempo che le rimaneva.  Abbiamo costituito una ONLUS, per aiutare le famiglie in difficoltà ad esaudire piccoli desideri dei ragazzi malati. Dare un aiuto in momenti così difficili, per renderli meno tristi, per vivere a fondo giorno per giorno. Sapere di aver contribuito a farli vivere pienamente non cancella il dolore, ma è una piccola consolazione”.

L’intervento del Ministro dell’Istruzione

Il Ministro Bussetti ha salutato la platea e ringraziato le autorità, senza nascondere la sua forte emozione, sia perché anche lui è padre di una ragazza che proprio quest’anno ha sostenuto la maturità, ma anche perché ha conosciuto personalmente la malattia e la sofferenza. Ha ribadito l’importanza di avere accanto le persone care in certi momenti, e che l’amore è il regalo più grande; che la vita è breve e occorre vivere intensamente ogni attimo. Il Ministro ha espresso la sua emozione e l’onore di consegnare il diploma di Martina alla sua famiglia, la cui storia sarà per tutti un grande esempio di tenacia, forza e amore per la vita. Un onore anche consegnare il diploma ai suoi compagni di scuola che hanno voluto fortemente portare a termine il percorso di studi anche per lei, sostenendo l’esame al suo posto. “Martina ha lasciato un segno in tutti noi, un insegnamento importante da portare con noi ogni giorno”.

Una cerimonia davvero toccante, che ha commosso la platea soprattutto durante la proiezione di un video che ricorda i giorni più felici di Martina: un concerto, un viaggio, la festa di compleanno. Momenti semplici, ma che rendono le nostre vite piene, felici, di cui Martina ha potuto godere grazie alla sua forza e al suo amore per la vita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sull'Appia tra un'auto e un camion: la vittima è Maria Angela Parisella

  • Maltempo, tragedia sfiorata: cade un albero su un'auto in transito

  • Gatto incatenato e maltrattato: la segnalazione a Latina

  • Due rapine in un'ora a Latina: bandito a segno in via Cisterna, il colpo salta a Santa Maria

  • Tragedia a Latina: un uomo si toglie la vita sparandosi con un'arma da fuoco

  • Tragico incidente a Terracina, auto contro un camion: muore una donna

Torna su
LatinaToday è in caricamento