rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Monumenti del Ventennio, Boldrini: "Mai detto che vadano abbattuti, solo menzogne per screditare"

La presidente della Camera, intervenuta alla cerimonia di intitolazione del parco comunale a Falcone e Borsellino, non ha perso l'occasione per rispondere alle polemiche divampate negli ultimi giorni sugli edifici fascisti

Qualcuno, tra i contestatori della presidente Laura Boldrini, ha pensato davvero che i monumenti di fondazione e i simboli del fescismo della città fossero in pericolo. Ma la presidente della Camera, intervenuta alla cerimonia di intitolazione del parco comunale a Falcone e Borsellino, non ha perso l'occasione per rispondere alle polemiche divampate negli ultimi giorni e per ribadire, una volta di più, di non aver mai detto né pensato che gli edifici del ventennio dovessero essere abbattuti.

"Non ho mai detto - ha spiegato dal palco - che vadano eliminati o abbattuti monumenti e opere d’arte realizzati durante il ventennio. Qualcuno sarà deluso, ma io non l'ho mai detto. Si tratta di bufale, di assurdità inventate, di menzogne costruite ad hoc dai professionisti della disinformazione per screditare e delegittimare. E sfido chiunque a dimostrare il contrario. Come Presidente della Camera e come persona sento il diritto e il dovere di portare avanti i principi fondamentali della nostra Costituzione. E continuerò a farlo con lo stesso impegno di sempre, nonostante le macchine del fango e nonostante tutto il resto, potete contare su di me".

Diverso è però il caso di chi inneggia al fascismo. E Laura Boldrini lo ha precisato nel suo discorso: "Educare alla legalità - ha aggiunto - significa anche trasmettere i valori della nostra Costituzione: il frutto migliore della lotta partigiana contro il fascismo e il nazismo. Sono fermamente convinta che quei valori vadano difesi, più di quanto si stia facendo oggi. Per questo ho più volte e in più occasioni lanciato l’allarme per il proliferare di iniziative e organizzazioni che, sul web ma non solo sul web, inneggiano apertamente al fascismo e al nazismo. L’apologia del fascismo, lo ricordo, è un reato previsto dal nostro ordinamento”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monumenti del Ventennio, Boldrini: "Mai detto che vadano abbattuti, solo menzogne per screditare"

LatinaToday è in caricamento