rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

In protesta a Roma, ormeggiatori di Terracina sugli alberi davanti la Regione

Amedeo Di Pietra dell'associazione Asso-Ninfa e gli altri ormeggiatori pontini in protesta contro presunte irregolarità nella concessione degli ormeggi lungo il fiume Sisto. A giugno un episodio simile

Ancora una protesta degli ormeggiatori di Terracina sotto la sede della Regione Lazio a Roma.

La protesta questa mattina davanti il palazzo di via Cristoforo Colombo contro presunte irregolarita' nella concessione degli ormeggi lungo il fiume Sisto.

Tre persone, tra cui due donne e Amedeo Di Pietra - coordinatore dell’associazione Asso-Ninfa che già a giugno dello scorso anno si era reso protagonista di una manifestazione simile -, si sono arrampicate stamani sugli alberi stendendo anche striscioni con scritto 'La mafia bianca ci vuole distruggere' e 'Se non vuoi morire paga il pizzo all’Ardis'.

Sul posto quattro mezzi dei Vigili del fuoco, un'ambulanza e le forze dell’ordine. L’uomo ha minacciato di gettarsi nel caso in cui non venisse ascoltato dalla Regione. "Ci e' stata richiesta una tangente per le concessioni- afferma l'uomo sull'albero- ma non abbiamo accettato. Lo scorso giugno un dirigente regionale ha fatto un sopralluogo e ci ha detto che avevamo ragione, ma poi non ci ha fatto sapere nulla” ha gridato l’uomo con un megafono.

"L'area in questione è sottoposta a sequestro della magistratura. Comunque, entro la fine dell'inverno come già stabilito, verranno riesaminate tutte le concessioni della zona. La prossima settimana, inoltre, verrà effettuato un nuovo sopralluogo su tutte le aree del fiume Sisto". Lo rende noto la Regione Lazio rispondendo alla protesta di oggi degli ormeggiatori per chiedere il rinnovo delle concessioni necessarie per poter riprendere, a maggio, le attività stagionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In protesta a Roma, ormeggiatori di Terracina sugli alberi davanti la Regione

LatinaToday è in caricamento