rotate-mobile
Cronaca Castelforte

Carabiniere uccide il direttore d'albergo e spara a una donna: la ricostruzione dell'orrore a Suio

A sparare il militare Giuseppe Molinaro, in stato di fermo su disposizione della procura di Santa Maria Capua Vetere. La vittima è invece Giovanni Fidaleo, ferita gravemente Miriam Mignano

Si è presentato nell'hotel Nuova Suio intorno alle 16 di ieri, 7 marzo, impugnando la pistola. Li ha trovati all'esterno della struttura e non ha esitato ad afferrare l'arma e ad aprire il fuoco. Giuseppe Molinaro, 56 anni, appuntato dei carabinieri originario della provincia di Caserta e a lungo in servizio a Castelforte, ha ucciso il direttore dell'albergo, Giovanni Fidaleo, 67enne originario di Itri ma residente a San Giorgio a Liri, e poi ha rivolto la pistola contro la 31enne Miriam Mignano, colpendola gravemente all'addome.

Il movente

Il movente sarebbe da rintracciare proprio nella gelosia. Sembra che il militare avesse avuto in passato una relazione con la ragazza e ora sospettava che la donna, impiegata nello stesso albergo, frequentasse il direttore della struttura di Suio. Non è ancora chiaro se nella giornata di ieri li abbia seguiti o se invece, recandosi nell'hotel per controllarli, li abbia effettivamente trovati lì. Molinaro ha comuque impugnato l'arma ed esploso diversi colpi, seguendoli fin dentro la hall con l'intento di uccidere entrambi. 

Chi è il carabiniere Giuseppe Molinaro che sparato nell'albergo di Suio

La ricostruzione

Alcuni dei proiettili esplosi hanno raggiunto e colpito a morte Giovanni Fidaleo, mentre Miriam Mignano, anche lei colpita all'addome, è riuscita a salvarsi ma lotta tra la vita e la morte all'ospedale Gemelli di Roma, dove ieri è stata trasferita a bordo di un'eliambulanza per essere sottoposta a un delicato intervento chirurgico. Pochi istanti dopo l'ultimo colpo, Molinaro è rientrato in auto e ha preso la strada in direzione della provincia di Caserta, dirigendosi a casa di un amico, a Teano, che dopo aver appreso quanto accaduto ha chiamato i carabinieri di Capua convincendolo a consegnarsi.

Le indagini

Per tutta la sera il militare è stato interrogato. La Procura di Santa Maria Capua Vetere, competente per territorio, ha disposto nei confronti di Molinaro il fermo con le accuse di omicidio e tentato omicidio. Sul delitto invece le indagini sono affidate alla Procura di Cassino, seguite dalla pm Chiara D'Orefice, e ai carabinieri della compagnia di Formia. Gli esami balistici permetteranno poi di accertare la traiettoria esatta dei colpi sparati e ricostruire la dinamica dell'orrore.

Sconvolta la comunità di Castelforte

Una comunità sconvolta quella di Castelforte, teatro della tragedia. Ieri sul posto si è recato anche il sindaco della cittadina, Angelo Pompeo, che vedendo ambulanze e diverse auto dei carabinieri ha voluto verificare di persona cosa fosse accaduto. In serata, mentre la notizia dell'omicidio e del tentato omicidio approdava sulle cronache nazionali, ha affidato poche parole alla sua pagina Facebook: "Cari concittadini per quanto accaduto oggi siamo tutti sgomenti. E' una tragedia che non so definire e lo è per tutta la nostra laboriosa comunità. Questo è il momento del silenzio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabiniere uccide il direttore d'albergo e spara a una donna: la ricostruzione dell'orrore a Suio

LatinaToday è in caricamento