Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Castelforte

Giovanni Fidaleo ucciso nell'albergo: chi era la vittima

L'uomo aveva 67 anni, originario della provincia di Latina era residente a San Giorgio a Liri, in provincia di Frosinone, dove gestiva la struttura ricettiva

Giovanni Fidaleo è caduto sotto i colpi esplosi ieri, nell'albergo di cui era direttore, dal carabiniere Giuseppe Molinaro. Aveva 67 anni, sposato e padre di due figli, viveva a San Giorgio a Liri, in provincia di Frosinone, ma era originario del territorio pontino, di Itri per la precisione.

La ricostruzione dell'orrore a Suio Terme

In provincia di Latina tornava quindi quasi ogni giorno proprio per lavoro. Gestiva infatti la struttura alberghiera Nuova Suio dove lavorava anche la 31enne Miriam Mignano, anche lei nel mirino del militare. L'albergo si trova nella zona termale del comune di Castelforte, che in questo periodo dell'anno è però chiusa al pubblico in attesa che riapra la stagione. Il dramma consumato nel pomeriggio di ieri, 7 marzo, ha fatto rapidamente il giro della cittadina in cui Fidaleo viveva con la famiglia e ha sconvolto l'intera comunità.

L'uomo, in passato calciatore di squadre della provincia pontina e della provincia di Frosinone, era stato anche candidato alle ultime elezioni amministrative del 2019 come consigliere comunale. Non era riuscito nell'impresa ma aveva ottenuto un discreto consenso. Sulla pagina Facebook della squadra di calcio Pro Calcio San Giorgio 2008 compare la sua foto accompagnata da un messaggio di cordoglio: "Non ci sono parole per descrivere un gesto simile. Hai partecipato attivamente al nostro progetto , con tutta la tua passione e professionalità. Abbiamo trascorso dei momenti straordinari insieme, dentro e fuori dal campo sportivo. Riposa in pace amico straordinario, mister Giovanni Fidaleo".

Nell'albergo che gestiva aveva conosciuto Miriam Mignano, dipendente della stessa struttura ma da poco tempo entrata in servizio come guardia giurata dell'Italpol. Non è chiaro che tipo di rapporto ci fosse tra i due, ma certo è che quella conoscenza ha scatenato i sospetti e la furia omicida del carabiniere.

Miriam Mignano, colpita dal carabiniere: ferita all'addome e al torace

I colpi esplosi dall'arma di ordinanza del militare hanno raggiunto Fidaleo colpedolo all'addome e al torace in punti vitali. E non gli hanno purtroppo lasciato scampo. In condizioni gravissime si trova invece la giovane donna, anche lei ferita all'addome dai proiettili, e trasferita d'urgenza all'ospedale Gemelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovanni Fidaleo ucciso nell'albergo: chi era la vittima
LatinaToday è in caricamento