Sanità, Pd: “L’incapacità della politica blocca gli ospedali”

Duro l'intervento dei consiglieri Cozzolino, De Marchis e Moscardelli che se la prendono con le amministrazioni comunale e regionale: "Al Goretti tanti sprechi e i problemi restano"

Ancora una volta la sanità al centro del dibattito politico. Dopo il giro tra i corridoi dell’ospedale Goretti da parte del consigliere regionale del Pd Claudio Moscardelli e del segretario provinciale del partito Enrico Forte, ecco l’opposizione tornare a puntare il dito contro la maggioranza comunale della Regione Lazio.

“La salute dei cittadini è uno dei primi aspetti ai quali una classe dirigente seria deve pensare”. Con queste parole esordiscono i consiglieri comunali Alessandro Cozzolino e Giorgio De Marchis e lo stesso Claudio Moscardelli.

“La classe dirigente che sta governando la città da ormai venti anni e la regione da due – continuano i tre - sembra sottovalutare completamente questo aspetto, soprattutto in provincia Latina”.
 

ALESSANDRO COZZOLINO - “All’ospedale Santa Maria Goretti – afferma Cozzolino, esponente del PD in Commissione Sanità – ci sono delle strutture importanti che non sono utilizzate. Penso al pronto soccorso pediatrico, che doveva essere un punto di riferimento per tutta la provincia e che ora invece è abbandonato a se stesso, con apparecchiature costate migliaia di euro e che non sono utilizzate salvo in rari casi. Tra l’altro – continua Cozzolino – quegli strumenti sono frutto di una donazione di un’associazione e di tanti cittadini che ad essa si sono affidati per sostenere questo progetto, impiegando risorse proprie. L’incapacità politica sta trasformando una storia di beneficienza e impegno civile in una di sprechi e mala gestione del denaro”.
 

CLAUDIO MOSCARDELLI - Il consigliere regionale pone poi l’accento su come “la giunta guidata da Renata Polverini abbia preferito continuare a tagliare risorse alla ASL di Latina che ormai non produce più debito, piuttosto che incidere sugli sprechi romani. Inoltre – afferma sempre Moscardelli, ribadendo quanto era stato già detto al termine della visita al Goretti – la scelta fatta dalla presidente della Regione di declassare l’ospedale di Latina a DEA di I livello va a produrre delle falle come quella del pronto soccorso pediatrico. La cattiva gestione è senz’altro dovuta alla carenza di personale medico e infermieristico che non può continuare ad essere sempre in emergenza vista l’assenza di politiche di assunzione.”
 

GIORGIO DE MARCHIS - “E’ ormai un anno che dovremmo godere dei benefici della tanto decantata filiera di governo, che il Sindaco Di Giorgi reclamizzava in campagna elettorale. Come abbiamo sempre sostenuto questi benefici non si vedono, anzi c’è una tensione altissima all’interno delle componenti del centrodestra che fa si che invece di affrontare i problemi reali della cittadinanza si pensi solo alle dinamiche interne”.

Cozzolino, De Marchis e Moscardelli annunciano che il Pd presenterà un interrogazione in tutte le sedi, da quella comunale a quella regionale; “saremo ancora una volta un’opposizione che farà da pungolo all’amministrazione e che cercherà una soluzione per il bene della cittadinanza”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sezze, prostituzione minorile: 50enne fa sesso con una ragazzina pagando la madre

  • Straordinaria scoperta a Priverno: scheletri e sepolture di epoca medievale

  • Lavori sulle condotta idrica, Latina senza acqua giovedì 12 settembre

  • Garage a fuoco in via Geminiani: evacuato un palazzo. Intossicati alcuni residenti

  • La buona sanità a Formia, bimbo cade e si rompe la milza: il chiururgo torna in ospedale e lo salva

  • Incidente sul lavoro a via Monti, lesioni compatibili con la caduta dal ponteggio

Torna su
LatinaToday è in caricamento