menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tragedia Ventotene, studentesse morte sulla spiaggia: 4 rinvii a giudizio

La tragedia il 20 aprile 2010 quando 2 ragazze romane in gita sull'isola pontina rimasero uccise da un blocco di tufo staccatosi dalla parete rocciosa. Il processo il 24 settembre

Sono quattroi  rinvii a giudizio nel processo per la tragedia avvenuta due anni fa sulla spiaggia di Cala Rossano a Ventotene.

Il giudice per le udienze preliminare di Latina, dopo lo slittamento dello scorso 23 aprile, ieri si è pronunciato accogliendo le richieste dell’accusa.

Alla sbarra a partire dal prossimo 24 settembre andranno il sindaco dell’isola pontina Giuseppe Assenso, il suo predecessore Vito Biondo, i tecnici del genio civile di Latina e di Ventotene, Luciano Pizzuti e Pasquale Romano.

La tragedia si era compiuta il 21 aprile del 2010 quando le due ragazze romane, Sara Panuccio e Francesca Colonnello, si trovavano in gita scolastica a Ventotene. Erano sulla spiaggia di Cala Rossano quel giorno quando all’improvviso alcuni blocchi di tufo che si erano staccati da una roccia le avevano travolte uccidendole; feriti anche altri due loro compagni di scuola.

Il pubblico ministero Vincenzo Saveriano ha contestato ai quattro i reati di duplice omicidio colposo e lesioni gravissime (per i due studenti rimasti feriti).

Subito dopo la tragedia i carabinieri sequestrarono la spiaggia e alcune carte redatte dall'Autorità di Bacino del Lazio, in particolare alcune cartine dell'isola relative alle aree sottoposte a tutela per dissesto idrogeologico.

In base a quelle carte il sindaco Assenso ricordò che "tutta l'isola è a rischio tranne il tratto che va da Cala Rossano a Punta Eolo".

Il pm Saveriano aveva chiesto l'archiviazione per Bruno D'Amato, il dirigente dell'Autorità di Bacino, l'ente responsabile del Piano di Assetto idrogeologico (Pai), che nel 2009 indicava Cala Rossano come zona sicura dell'isola. Nei due anni successivi alla tragedia dell'aprile 2010 si sono verificati altri crolli dalle pareti rocciose di Ventotene, senza però provocare vittime.

Si tornerà in aula il 24 settembre quando presso il tribunale di Gaeta avrà inizio il processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    La tradizione in tavola: la Carbonara

  • Cucina

    La tradizione in tavola: la pastiera napoletana

Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento