EcoTyre e Marevivo a Gaeta: raccolti 400 pneumatici in mare

Il materiale recuperato dai sub è di oltre 3.200 chili. Il viaggio di Pfu Zero prosegue sulle coste italiane

Arriva a Gaeta l'iniziativa di MareVivo e EcoTyre "Pfu zero sulle coste italiane", la campagna di sensibilizzazione e di raccolta e recupero di pneumatici fuori uso abbandonati in mare e a terra. Nel corso dell'attività sono state recuperate, nella sola giornata di oggi, 400 gomme per un totale di 3.200 chili.

I sub di Marevivo hanno lavorato nel golfo di Gaeta, mentre Gummy, la mascotte di EcoTyre, ha coinvolto i ragazzi presenti in giochi e attività di animazione spiegando loro il funzionamento della filiera, le possibilità di riutilizzo delle gomme giunte a fine vita oltre ai benefici ambientali derivanti dalla corretta gestione degli Pfu. EcoTyre ha caricato il materiale raccolto e ora lo condurrà agli impianti di trattamento. Gli pneumarici, infatti, sono una tipologia di rifiuto cosiddetta ‘permanente’ che se lasciata in natura e in mare necessita di centinaia di anni per degradarsi completamente, ma se gestita in modo corretto è riciclabile al 100%.

marevivo gaeta2-2

L’iniziativa di raccolta sulle coste italiane rientra nel progetto più ampio Pfu Zero, patrocinato dal Ministero dell'Ambiente, che ha l’obiettivo di creare una mappatura di depositi abbandonati segnalati da enti locali, associazioni e cittadini. Le raccolte straordinarie di EcoTyre sono svolte in modalità totalmente gratuita e senza alcun costo per le Amministrazioni locali. È possibile segnalare un deposito abbandonato di Pfu, collegandosi al sito internet dedicato (www.pfuzero.ecotyre.it): EcoTyre valuta ogni segnalazione, coordinandosi con gli enti locali per gli interventi di raccolta.

Dopo il successo della prima tappa a Sorrento, Pfu Zero sulle coste italiane raggiunge un altro importante risultato a Gaeta – ha detto Enrico Ambrogio, presidente di EcoTyre – Oltre alla raccolta e al recupero degli pneumatici, al centro della nostra mission la sensibilizzazione dei ragazzi e delle loro famiglie: questo nostro progetto centra in pieno l’obiettivo. Con gli interventi di raccolta straordinaria, infatti, contribuiamo sì a liberare i territori dalle gomme abbandonate ma soprattutto parliamo alla cittadinanza, spiegando la nostra filiera e l’importanza della gestione del fine vita degli pneumatici. Sono rifiuti riciclabili al 100% riutilizzabili per creare una molteplicità di nuovi materiali, nel rispetto del principio su cui si fonda l’economia circolare. Ringraziamo l’amministrazione di Gaeta per aver ospitato Pfu Zero e Marevivo per il sostegno e il supporto logistico”.

A Gaeta ogni anno riusciamo ad organizzare un’iniziativa di raccolta molto efficace – ha aggiunto Carmen di Penta, direttore generale di Marevivo – La presenza delle istituzioni, dal sindaco Cosmo Mitrano al comandante della Capitaneria di Porto Andrea Vaiardi, ci consente di portare avanti questa operazione fondamentale per liberare le coste dai rifiuti che diventano una risorsa da riutilizzare. Ringrazio l’entusiasmo dei subacquei della nostra Divisione e del sommozzatore del Compartimento Marittimo, Salvatore Gonzales, che ci hanno aiutato in questa attività che ci porta a lavorare duramente per contrastare la disattenzione di molti. Coinvolti anche gli studenti dell’istituto nautico che hanno potuto osservare da vicino le operazioni svolte, sicuramente un grande insegnamento per loro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alla guida di una Smart a 145 km/h sulla Pontina: patente ritirata a un automobilista

  • Torna l’ora solare: lancette dell’orologio indietro, ecco quando spostarle

  • Infermiera caposala del Goretti rubava farmaci e ricette, condannata a due anni

  • Donna scomparsa da giorni a Doganella, l’appello dei familiari per ritrovarla

  • I “4 Ristoranti” di Alessandro Borghese sulla Riviera d’Ulisse: trionfa la Ricciola Saracena

  • Un uomo colto da infarto in strada: salvato da un medico e dal 118

Torna su
LatinaToday è in caricamento