Sabato, 15 Maggio 2021
Green

Progetto "Ossigeno", nel Lazio 42mila nuovi alberi. Sono 18 i progetti in provincia di Latina

L’obiettivo è trasformare il Lazio nella prima regione “green” d’Italia. Il presidnete della Regione Zingaretti: “Investiamo 6 milioni nel verde pubblico sostenendo concretamente 100 progetti”

Sono state approvate dalla Eegione Lazio le graduatorie del progetto “Ossigeno” relative alla “Manifestazione d'interesse per la selezione di progetti su aree pubbliche o ad uso pubblico finalizzati alla piantumazione di nuovi alberi e arbusti nel territorio della Regione Lazio”. Il progetto “Ossigeno”, partito il 21 novembre 2019 in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi, fa parte del più ampio programma di azioni ‘Lazio Green’ con l’obiettivo di contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2, proteggere la biodiversità.

“Grazie a una somma complessiva di 6 milioni di euro, che mette insieme i fondi stanziati nel 2020 e nel 2021 - spiegano dalla Regione -, è possibile finanziare tutti i progetti presentati che sono entrati a far parte della graduatoria finale per ciascun lotto geografico”. In totale sono stati ammessi a finanziamento 100 progetti, di cui 18 nella provincia di Latina. Altri  28 saranno realizzati nella provincia di Frosinone, 4 in provincia di Rieti, 12 a Viterbo, mentre nella provincia di Roma saranno 31 e nel territorio di Roma Capitale 8. A conclusione della piantumazione, che avrà inizio nel mese di maggio, su tutto il territorio regionale saranno piantati 42mila tra alberi e arbusti che in media compenseranno circa 4.000 tonnellate all’anno di CO2. Per quanto riguarda la provincia pontina, guida la graduatoria il Comune di Formia, seguono poi Sabaudia, Sermoneta, Fondi e Lenola. Ancora a seguire l’Istituto Scolastico Teodosio Rossi, i Comuni di Latina, Sonnino, Spigno Saturnia, Monte San Biagio, Cori, Aprilia, Minturno, Priverno, Roccagorga, Sezze, Castelforte e Rocca Massima.

“L’obiettivo di trasformare il Lazio nella prima regione green d’Italia è sempre presente in agenda e lo portiamo avanti con il progetto ‘Ossigeno’ - ha commentato il presidente della Regione Nicola Zingaretti -. Con questo ulteriore passaggio investiamo 6 milioni nel verde pubblico, sostenendo concretamente 100 progetti che sono delle vere e proprie idee di territorio, fondate sul principio della sostenibilità ambientale. In questi mesi abbiamo continuato a lavorare, a prendere accordi, vagliare e scegliere i progetti più rappresentativi. E’ stata veramente notevole la partecipazione delle cittadine e dei cittadini del Lazio che stanno manifestando un grande interesse e questo dimostra l’attaccamento al luogo in cui si vive e la volontà di rendere l’ambiente sempre più vivibile e a misura d’uomo. In questo periodo così difficile, cerchiamo di imprimere una svolta al nostro sistema economico e di sviluppo a partire dalla valorizzazione dei beni comuni, e rispondendo sempre alle domande che vengono dei territori. Con questo ulteriore passaggio, abbiamo siglato 100 nuovi patti di collaborazione con i beneficiari per affidare loro le piante che acquistiamo che rappresentano un bene comune fondamentale per il nostro futuro. Non ci fermiamo, con la partecipazione di tutte e tutti vinciamo le sfide”.

“Investire nel rafforzamento del Capitale Naturale della nostra regione è sempre un’ottima scelta che dimostra la capacità di una visione più ampia e di lungo termine che oggi le Istituzioni sono tenute ad avere, partendo dalla consapevolezza che si può agire sul piano globale anche con delle azioni di livello locale - ha poi aggiunto l’assessora alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale, Roberta Lombardi -. In particolare con il progetto ‘Ossigeno’, la Regione Lazio contribuisce all’abbattimento delle emissioni inquinanti e ad aumentare, grazie alla fotosintesi clorofilliana, la cattura della CO2 atmosferica. Inoltre, con l’aumento della quota di verde andiamo ad accrescere quei servizi ecosistemici ad essa collegati. Un’azione ‘salva-clima’ che fa bene all’uomo, alla Natura e alla qualità della vita dei nostri territori. Dobbiamo proseguire su questa strada creando un ‘grande polmone verde diffuso’ tramite una rete ecologica che colleghi il verde urbano al grande patrimonio naturalistico dei nostri Parchi, impegnandoci come Regione a garantirne, attraverso finanziamenti adeguati, la manutenzione e la cura affinché questi luoghi siano non solo tutelati ma anche resi fruibili per la cittadinanza”.

“Grazie all’impegno dei territori che hanno saputo presentare progettualità dall’alto valore ambientale - concludono dalla Regione - il Lazio si arricchirà di un’architettura verde contribuendo enormemente al benessere del paesaggio e dei cittadini. Amministrazione regionale, Comuni, Associazioni, Enti pubblici e privati, e cittadini hanno lavorato insieme per la creazione di nuovi spazi verdi che faranno da sfondo a un disegno estremamente rispettoso del territorio. Il progetto ‘Ossigeno’ ha tra le sue caratteristiche quella di coinvolgere direttamente chi vive nei territori, affinché possa prendersi cura del proprio ambiente nel modo migliore possibile”.

Le graduatorie complete per ciascun lotto geografico della Manifestazione d’interesse sono consultabili all’indirizzo web: https://www.regione.lazio.it/rl/ossigeno/manifestazione-interesse/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto "Ossigeno", nel Lazio 42mila nuovi alberi. Sono 18 i progetti in provincia di Latina

LatinaToday è in caricamento