rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Politica Sermoneta

Sermoneta, ok al bilancio 2016. Comune: “Invariate le tasse e mantenuti i servizi”

Approvazione del Consiglio; assessore Di Lenola: "Abbiamo utilizzato al meglio le risorse disponibili per salvaguardare i servizi la valorizzazione e la cura del patrimonio e del territorio senza chiedere ulteriori sacrifici ai cittadini"

Invariate le tasse e mantenuti i servizi nonostante i tagli regionali: questo quanto assicura l’amministrazione di Sermoneta dopo che il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di previsione 2016 e pluriennale 2016-2018, che ha confermato l'atto già approvato dalla Giunta.

Nessun aumento di addizionale comunale Irpef, Imu e Tasi e Tari, la tassa sui rifiuti secondo il documento contabile frutto della collaborazione di tutta la maggioranza e degli uffici comunali e approvato coi voti della maggioranza, dopo il confronto tra maggioranza ed opposizione.

“Confermate le tariffe a domanda individuale come mense scolastiche, trasporto scolastico, illuminazione votiva, le cui tariffe sono rimaste le medesime dello scorso anno nonostante l'aumento dei costi - illustrano dal Comune -. È stato previsto un mutuo con il credito sportivo per la realizzazione della tensostruttura sportiva a servizio della scuola di Sermoneta scalo”.

“Il bilancio presentato in Consiglio è espressione di una amministrazione protesa a salvaguardare, malgrado le difficoltà di un contesto economico e sociale particolarmente difficile, il livello dei servizi erogati alla collettività, attraverso una gestione oculata delle risorse disponibili, non ricorrendo, anche laddove fosse possibile, ad aumenti tariffari”, spiega l’assessore alle Finanze Antonio Di Lenola. 

“La spesa del personale risulta essere la più bassa della provincia in rapporto dipendenti/numero di abitanti, che è pari, circa, ad 1/414. Nonostante le carenze di organico, il Comune di Sermoneta si conferma tra gli enti più efficienti della provincia dal punto di vista dell’organizzazione, riuscendo ad ottimizzare l’uso delle risorse umane e tecnologiche a disposizione, tant’è che il Comune sta lavorando per predisporre il ‘PagoPa’ che consentirà ai cittadini di eseguire pagamenti elettronici”.

“Alle manutenzioni ordinarie vengono destinati circa il 20% della spesa corrente, per preservare il patrimonio. Fondi previsti anche per le manutenzioni scolastiche e sostegno alle attività educative.

Il settore dei Servizi Sociali - illustra ancora l’amministrazione - risulta fortemente penalizzato dalla politica regionale, che ha previsto un taglio dal 84 al 16%  della contribuzione per la permanenza in strutture socio assistenziali protette residenziali e semiresidenziali di soggetti fragili. Nonostante ciò, il Comune ha investito molto sul sociale investendo anche in fondamentali servizi non erogati nell’ambito del piano sociale di Zona tra i quali l’assistenza scolastica specialistica per i bambini portatori di Bes (Bisogni Educativi Speciali) e  Disturbo da deficit dell’attenzione (ADHD); l’assistenza domiciliare a favore di anziani, disabili e soggetti in condizione di fragilità economica e sociale.

I proventi delle sanzioni per le violazioni al Codice della Strada saranno reinvestiti per un 25% nel potenziamento e miglioramento della segnaletica stradale, il 25% per il potenziamento dell’attività di controllo e ben il 50% nella sicurezza e manutenzione stradale”. 

“Abbiamo utilizzato al meglio le risorse disponibili per salvaguardare i servizi resi ai cittadini, la valorizzazione e la cura del patrimonio e del territorio senza chiedere ulteriori sacrifici ai cittadini” ha concluso l'assessore Di Lenola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sermoneta, ok al bilancio 2016. Comune: “Invariate le tasse e mantenuti i servizi”

LatinaToday è in caricamento