Autostrada Roma-Latina, Simeone (FI): "Incontro tra Regione e Mit avvenga in tempi brevissimi"

Questa la novità emersa nel corso di un question time in Consiglio regionale. Il consigliere pontino lancia la sfida: "Ci sono tutte le condizioni per la realizzazione. Ora o mai più"

"Autostrada Roma-Latina: ora o mai più". Il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone interviene sul caso, alla luce dell'ultima novità appresa nel corso di un question time in Consiglio regionale: l'imminente incontro tra Regione e ministero delle Infrastrutture sul futuro della Roma-Latina. "Siamo dunque arrivati alla fase cruciale, quella delle decisioni definitive - commenta il consigliere pontino - Mi auguro che l’iter per la realizzazione del Corridoio intermodale Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone si concluda il prima possibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho avuto modo di riconoscere linearità di pensiero del presidente Zingaretti che ha sempre detto che la Roma-Latina rientra fra le opere infrastrutturali prioritarie di questa regione - prosegue - Da tempo però ho lanciato l’allarme sul rischio che questa operazione finisca in un binario morto. L’iter procedurale resta incerto, a partire dalla gara sospesa e ancora sub-judice. Ma soprattutto fra 13 mesi scadrà il vincolo preordinato di esproprio. La reiterazione del vincolo è strumento fondamentale per la realizzazione dell’opera: alla scadenza infatti, non solo sorgerebbero ulteriori ostacoli, ma verrebbe meno definitivamente la possibilità dell’occupazione d’urgenza. Per questo non possiamo più perdere tempo. Fortunatamente, da qualche settimana si sono venute a ricreare delle condizioni favorevoli ad un esito positivo della vicenda. Perché non abbiamo più Danilo Toninelli al Ministero delle Infrastrutture, esponente di un M5S sempre scettico sulle grandi opere pubbliche e che in piena estate aveva escluso la Roma-Latina dai finanziamenti del Cipe. Il presidente Zingaretti al contrario, da sempre favorevole all’infrastruttura, riveste in questo momento storico il doppio ruolo di governatore della Regione Lazio ma anche di azionista importante del governo della nazione. E’ nelle condizioni migliori per poter concertare con il ministro De Micheli le modalità di realizzazione dell’opera. E’ il caso di dire ‘ora o mai più". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento