Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Mense scolastiche, un servizio a basso impatto ambientale e senza sprechi

Le attività negli istituti primari del capoluogo pontino prevede una riduzione del quantitativo dei rifiuti soprattutto la plastica

La Dussmann Service – società che si è aggiudicata l’appalto quinquennale per le mense scolastiche del Comune di Latina – ha presentato il cronoprogramma delle attività mirate a realizzare un servizio a ridotto impatto ambientale e con abbattimento degli sprechi.

Gli interventi saranno realizzati, compatibilmente con le possibili variazioni legate all’emergenza sanitaria, entro la riapertura delle scuole al termine delle festività di Pasqua. In particolare, saranno installate le lavastoviglie nei refettori delle scuole di Via Quarto (primaria), Via Polonia, Via degli Aurunci e Via Cimarosa (infanzia), con successivo utilizzo di stoviglie dedicate e significativa riduzione del quantitativo di rifiuti prodotti. Saranno inoltre installati dispositivi per acqua microfiltrata in 3 asili nido (Babylandia in Via Bachelet, Piccolo Mondo in Via degli Aurunci, Il Trenino a Latina Scalo) e nei refettori delle seguenti scuole: San Marco (Via Giuliani), Via Polonia, Via Cilea, Viale XVIII Dicembre, Piazza Moro. Il dispositivo per l’acqua microfiltrata rimarrà a disposizione dei bambini e del personale scolastico per l’intera giornata proprio per ridurre in modo significativo la quantità di bottiglie in plastica. Saranno inoltre consegnate borracce in alluminio a tutti i bambini iscritti al servizio di refezione scolastica per l’A.S. 2020/2021 e verrà messo in funzione il refettorio della scuola De Amicis. Il resto degli interventi di completamento dell’offerta tecnica sarà realizzato durante la pausa estiva. È inoltre attivo lo sportello per l’utenza presso il centro cottura di via Po, per informazioni, richieste specifiche e supporto alle famiglie per diete speciali (per ulteriori info: https://scuoledussmann.it/latina).

«L’Amministrazione – spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione Gianmarco Proietti – continua la strada della ristrutturazione sostenibile del servizio mensa: non solo l’approvvigionamento delle risorse da una filiera controllata e biologica, ma anche la riduzione progressiva dell’uso della plastica, inserendo, dove possibile, le stoviglie lavabili e dotando le mense di lavastoviglie, installando i beverini con l’acqua microfiltrata e controllata, donando ai bambini una borraccia. Interventi tutt’altro che banali in un periodo in cui anche solo garantire la continuità del servizio è una complessità. La mensa sarà continuamente monitorata insieme alle Commissioni, organismo di partecipazione efficace e ragionato per migliorare il servizio. Il tempo della mensa è un tempo educativo e didattico, necessario per accompagnare i bambini nella loro crescita attraverso il cibo, l’acqua, la tavola, la pulizia, che a scuola divengono strumenti per l’apprendimento, avendo come prospettiva proprio il benessere equo e sostenibile nella nostra città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense scolastiche, un servizio a basso impatto ambientale e senza sprechi

LatinaToday è in caricamento