menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Assunzioni nel grupp Pd in Regione, Moscardelli assolto perchè il fatto non sussiste

La sentenza del Tribunale di Roma sull'inchiesta che vedeva l'ex senatore accusato di abuso di ufficio. Zingaretti:"La giustizia ha fatto luce sulla vicenda"

Assolto perchè il fatto non sussiste. Con questa sentenza si è concluso oggi davanti alla ottava sezione penale del Tribunale di Roma il processo a carico dell’ex senatore pontino del Pd Claudio Moscardelli, che era chiamato a rispondere di abuso d’ufficio insieme ad altri 15 esponenti del Partito Democratico all’epoca dei fatti consiglieri regionali.

La Procura della Repubblica di Roma aveva contestato le assunzioni dei collaboratori nel gruppo consiliare del Partito democratico in Regione, tra il 2010 e il 2012 ritenendo che quei contratti fossero frutto di un abuso, perché fatti senza alcuna selezione comparativa, e che, nel caso di Moscardelli, hanno portato a una spesa di 181mila euro. Oggi è arrivata la piena assoluzione perché il fatto non sussiste.

 “Una sentenza che arriva dopo quasi nove anni tra indagini e processo, e che dimostra pienamente la correttezza del mio operato come Consigliere Regionale del Lazio e dei miei colleghi del gruppo – commenta Claudio Moscardelli - un ringraziamento va all'avvocato Renato Archidiacono per le sue ponderate scelte processuali, nonché a tutte quelle persone che in questi anni non mi hanno mai fatto mancare il loro pieno sostegno.

Sulla sentenza c’è anche la dichiarazione del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti il quale si dice “felice per l’assoluzione dei consiglieri regionali del Pd. La giustizia, dopo aver fatto il suo corso, ha fatto luce su questa vicenda giudiziaria. A tutti loro un abbraccio.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento