Politica Roccagorga

Regione, presentata la proposta di legge per i piccoli comuni

A Roccagorga la presentazione della proposta di legge regionale; consigliere Giancola e Avenali: "Piccoli comuni per il rilancio della nostra Regione". Assessore Ciminiello: "Importante il dialogo con gli enti locali"

I piccoli comuni per il rilancio della nostra Regione. Questo l’obiettivo della proposta di legge regionale n.63 - Misure per il sostegno e la valorizzazione dei comuni del Lazio con popolazione inferiore a 5000 abitanti –, che punta alla tutela e alla promozione dei piccoli comuni del Lazio, presentata questa mattina a Roccagorga dalle consigliere regionali del gruppo Per il Lazio Rosa Giancola e Cristiana Avenali e dall’assessore regionale alle Autonomie locali e Sicurezza Concettina Ciminiello.

E questa mattina, alla presenza del sindaco Carla Amici, proprio a Roccagorga si è aperto un dibattito interessante nel corso del quale è emerso che questo testo di legge, definito innovativo e propositivo, raccoglie molte speranze e aspettative delle piccole realtà del territorio.

“Vogliamo rendere i piccoli comuni protagonisti del rilancio della Regione – dichiara Cristiana Avenali, proponente e prima firmataria della proposta di legge – per questo stiamo presentando nelle varie province la proposta di legge, per avere l’opportunità di parlarne con sindaci e amministratori locali, con associazioni e cittadini. Sono da sempre convinta che i piccoli comuni siano fondamentali per il rilancio della Regione dal punto di vista culturale, sociale ed economico.

Per questo, è necessario lavorare per valorizzare realtà che custodiscono un’ enorme ricchezza naturale, paesaggistica e sociale: con la proposta di legge regionale puntiamo a fornire uno strumento per la crescita del turismo, per l’occupazione, per l’agricoltura. Tanti servizi e tanti strumenti per contrastare lo spopolamento e l’abbandono dei piccoli comuni, creare posti di lavoro e salvaguardare le bellezze naturali e le tradizioni. Puntare su green economy, agricoltura tradizionale, turismo sostenibile, ma anche rafforzare i servizi scolastici e del trasporto, sono tutti punti chiave della proposta di legge, e vanno nella direzione di tutelare i piccoli comuni ed evitarne la scomparsa, ma anche e soprattutto puntano al rilancio dell’occupazione e dell’economia”.

“I piccoli comuni rappresentano un patrimonio inestimabile della nostra regione che va difeso e salvaguardato – aggiunge Rosa Giancola – In provincia di Latina abbiamo 14 comuni su 33 che hanno meno di 5mila abitanti e che attraversano il territorio da nord a sud, passando per i Lepini fino al mare e alle isole. Si tratta di realtà complesse e diverse che spesso affrontano situazioni di emergenza. Proprio per tenere in considerazione la loro singolarità e la loro ricchezza che rischia purtroppo di perdersi, si è pensato ad uno strumento normativo che venga incontro alle esigenze dei piccoli territori. I comuni di cui parliamo costituiscono un’immensa ricchezza dal punto di vista ambientale, culturale e sociale che può facilmente rappresentare un modello di sviluppo nuovo che, utilizzando il bene immateriale prodotto dalle tradizioni identitarie di questi luoghi, sia in grado di far ripartire anche l’economia”.

Semplificare i processi decisionali - conclude l’assessore Concettina Ciminiello - è la strada maestra per tornare a essere utile ai cittadini, e ridurre il carico fiscale senza penalizzare le fasce più deboli della popolazione. Così la proposta di legge presentata dall’Avenali punta a sostenere e valorizzazione i piccoli comuni del Lazio, quelli con popolazione inferiore a 5000 abitanti, che sono il cuore del nostro territorio. La bellezza dei borghi, i sapori, le tradizioni, la storia, il patrimonio paesaggistico, naturale e architettonico sono qualcosa di unico, una risorsa infinita che diventa possibilità di crescita per il Lazio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, presentata la proposta di legge per i piccoli comuni

LatinaToday è in caricamento