rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Calcio

Città di Formia, 5 addii tra tecnici e dirigenti in meno di un mese. I tifosi: "Squadra fatta all'Inps?"

Tra problemi di salute e motivi familiari, piovono dimissioni. Ed esplode la rabbia dei tifosi sui social

Ironia e amarezza. Sono queste le emozioni che si respirano tra i tifosi del Città di Formia, chiamati ad accettare l'ennesima dimissione di questa stagione: quella del direttore generale Domenico Russo.

Il primo era stato, lo scorso 11 settembre, il tecnico Vincenzo La Manna. “Una decisione sofferta, nata per motivi di natura familiare. Ci pensavo da giorni, lasciare Formia è difficile e doloroso, ma ci sono situazioni che vanno al di là del calcio. Notti insonni e pensieri che mi hanno portato alla triste conclusione di lasciare l’incarico da allenatore della squadra", aveva spiegato l'allenatore. Subito dopo era stato il turno del collaboratore tecnico Roberto Cacciatore, che aveva spiegato: "Con coerenza e correttezza scelgo di seguire Vincenzo. Avevamo iniziato il percorso insieme, lascio con un forte magone ma è giusto così. Ringrazio i tifosi per l'incredibile affetto, mi avete fatto rivivere forti emozioni. Siete unici!". Lo stesso giorno era arrivato anche l'addio del preparatore dei portieri: "Si separano le strade del Città di Formia Calcio e del preparatore dei portieri Domenico Smimmo. Il mister ha deciso di non continuare il rapporto di collaborazione con la società, lo ringraziamo per l'impegno profuso e la professionalità dimostrata", aveva scritto la società.

Dopo qualche settimana di calma apparente, con la panchina affidata a Marco Mazziotti, il 4 ottobre, a seguito del passaggio del turno di Coppa Italia, ecco il nuovo scossone: il tecnico si è dimesso. "Mister Marco Mazziotti lascia, per motivi di salute, la guida della prima squadra. Un piccolo intervento chirurgico programmato costringerà il tecnico a stare lontano dai campi. Contestualmente lascia il ruolo di allenatore in seconda mister Giovanni Paolo Emili. Facciamo un grosso in bocca al lupo ai tecnici, augurandogli le migliori fortune per il futuro", ha annunciato il club. Qualche ora dopo, un nuovo comunicato per rendere noto l'addio di Domenico Russo, che "lascia il ruolo di direttore generale del club biancazzurro. La sua richiesta è arrivata alla società da diversi giorni, abbiamo temporeggiato con la speranza di un suo ripensamento, ma la situazione attuale e le delicate problematiche di salute che sta affrontando negli ultimi mesi ci costringono ad accettare la sua esigenza". Come specificato da lui stesso, sarebbero stati i problemi di cuore a costringerlo all'addio.

Le tante dimissioni in poco più di un mese, quasi tutte per motivi di salute o familiari, fanno storcere il naso ai tifosi, che si chiedono quanto ci sia di vero nelle dichiarazioni del club e dei vari dirigenti e allenatori. Sui social non mancano le frecciatine e i commenti ironici: "Io non metto in dubbio nessuno ma questo organigramma societario sembra si sia costituito all Interno del reparto cardiologia del cardarelli di Napoli", ironizza un tifoso formiano. E ancora, un altro scherza sull'addio del primo tecnico: "Andrà tutto bene, pensa che La Manna era andato via perché il padre era troppo anziano e non poteva permettersi di vivere lontano... Ora è a Casoria ad allenare e il papà si è ringiovanito". Infine, una domanda condivisa da tanti tifosi biancazzurri: "Ma dove l'hanno messa su sta società? All'INPS?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Formia, 5 addii tra tecnici e dirigenti in meno di un mese. I tifosi: "Squadra fatta all'Inps?"

LatinaToday è in caricamento