Top Volley, importanti punti grazie alla vittoria con Monza. Ora si pensa a Molfetta

Con il successo di domenica al PalaBianchini Latina accorcia a 6 le lunghezze di distanza da Vibo che occupa l’ottavo posto, l’ultimo utile per accedere ai playoff. E domenica lo scontro con Molfetta

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LatinaToday

La Top Volley ha iniziato nel migliore dei modi il nuovo anno al PalaBianchini, vincendo domenica la Gi Group Monza. È la prima vittoria “netta” della stagione contro la sesta forza del campionato. Una iniezione di fiducia che arriva dopo il tiebreak al PalaPanini di Modena e dà uno stimo in più per affrontare le prossime delicate sfide: a Molfetta, Piacenza, a Sora e a Padova. Quattro scontri diretti determinanti per risalire la classifica ed entrare nella griglia playoff.

La classifica non viaria di molto ma la vittoria di Perugia su Trento permette a gli umbri di scavalcarli in classifica, mentre Molfetta ha raggiunto Ravenna. Il distacco ora di Latina sull’ottavo posto di Vibo, quello che permetterà a fine stagione di disputare i playoff scudetto, si riduce a sei lunghezze.

Diamo uno sguardo alle statistiche. Giulio Sabbi (Molfetta) con i 31 punti conquistati a Ravenna allunga al comando come miglior marcatore del campionato con 415 punti, seguito da Fernando Hernandez (Piacenza) a quota 401, Maurice Torres (Ravenna) con 358 e Tsvetan Sokolov (Civitanova) con 346; nono posto per Alessandro Fei con 271. Fernando Hernandez viene affiancato da Giulio Sabbi al comando degli ace con 41, seguiti da Ivan Zaytsev (Perugia) 38 e Luca Vettori (Modena) 37; Fei sale a 19. A muro svetta un terzetto composto da Tsvetan Sokolov, Fabio Ricci (Ravenna) e Marko Podrascanin (Perugia) a quota 47; sesto posto per Andrea Rossi a 39, ottavo per Carmelo Gitto a 38.

Per quanto riguarda le statistiche di squadra in attacco rimane al comando Civitanova con il 56,9% di palle positive, seguita da Trento 52.8% e Piacenza 52.4%; undicesima Latina con il 46,5%. Negli ace al comando Modena con una media set di 2.11 (154 con 351 errori), seguita da Civitanova con 1.73 (121 con 334 errori) e Perugia a 1.69 (122 ace contro 302 errori), 13ma Latina con 1.07 (79 con 247 errori). Verona in testa nei muri con una media di 2.63 (176) seguita da Perugia 2.57 (185), terza Ravenna 2.40 (185), quinto posto per Latina con 2.32 (172). I pontini sono la seconda squadra che ha commesso meno errori con una media a set di 5.43, dietro a Vibo 5.21 e davanti a Sora 5.59.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento