Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

Latina e Lazio in zona rossa, le nuove regole sugli spostamenti: quando serve l’autocertificazione

Con l’ingresso nella fascia che prevede misure più stringenti ed in virtù del decreto del 12 marzo, cambiano le regole per gli spostamenti. Ecco quando deve essere usata l’autocertificazione e come compilarla

Da lunedì 15 marzo la provincia di Latina ed il Lazio entrano in zona rossa. Questo l’effetto dell’ultima ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza che ha modificato la mappa delle regioni italiane. Nuove regole, tra le altre, sono previste in particolare modo per gli spostamenti, anche secondo quanto dettato dal decreto del 12 marzo del Governo Draghi per il contenimento della diffusione del coronavirus.

Nuove regole per gli spostamenti

Novità sono previste anche per i cittadini di Latina dal 15 marzo. Secondo quanto riportato nelle Faq del Governo, infatti dal 15 marzo e fino al 6 aprile, in zona rossa sono vietati tutti gli spostamenti ad eccezione delle seguenti situazioni:
- per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità (anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma);
- il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, compreso il rientro nelle “seconde case” ubicate dentro e fuori regione.

“Gli spostamenti per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute sono invece vietati fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021” si legge. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile, dunque nel fine settimana di Pasqua, “sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro”.

L'autocertificazione

Torna quindi in campo l’autocertificazione che deve essere esibita in caso di controllo. Sul sito del ministero dell'Interno è disponibile il modulo (qui il pdf editabile) da utilizzare, dunque, per gli spostamenti. Diverse le informazioni che devono essere fornite in caso di controllo: dichiarare sotto la propria responsabilità di essere a conoscenza delle misure normative di contenimento del contagio da Covid-19 vigenti, concernenti le limitazioni alla possibilità di spostamento delle persone fisiche all’interno del territorio nazionale; di essere a conoscenza delle altre misure e limitazioni previste da ordinanze o altri provvedimenti amministrativi adottati dal Presidente della Regione o dal Sindaco ai sensi delle vigenti normative; di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, e dall’art. 2 del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33. Bisogna inoltre dichiarare che lo spostamento è determinato da: comprovate esigenze lavorative; motivi di salute; altri motivi ammessi dalle vigenti normative ovvero dai predetti decreti, ordinanze e altri provvedimenti che definiscono le misure di prevenzione della diffusione del contagio. Bisogna poi specificare il motivo che determina lo spostamento, l'indirizzo da cui è iniziato lo spostamento e l'indirizzo di destinazione.

autocertificazione-3

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina e Lazio in zona rossa, le nuove regole sugli spostamenti: quando serve l’autocertificazione

LatinaToday è in caricamento