rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca

Veto al cane guida in aula, Di Giorgi "boccia" la preside del Majorana

Un plauso dal sindaco arriva nei confronti del dirigente del Grassi Gaspare Cecconi che, con il suo sì all'ingresso del labrador nell'istituto, ha fatto un gesto di grande sensibilità

Lunedì mattina la giovane ragazza ipovedente e il suo cane guida faranno ingresso, insieme, nel liceo scientifico G. B. Grassi di Latina. Il preside dell’istituto, a differenza di quanto fatto dalla collega del Majorana che con il divieto di entrare imposto al piccolo Labrador aveva suscitato l’indignazione dell’opinione pubblica e non solo, ha accolto entrambi a braccia aperte.

Con questo gesto, che non solo rispetta la legge, ma anche il buon senso comune, sembra concludersi positivamente la vicenda. E così come era stata bocciata la decisione della preside Stella Fioccola, un plauso viene invece fatto dal primo cittadino di Latina al preside dell’istituto di via del Lido.

“Esprimo soddisfazione per il positivo esito della vicenda della giovane studentessa ipovedente di Latina e faccio un plauso alla sensibilità del dirigente scolastico del liceo “Grassi”, Gaspare Cecconi, per aver accolto senza condizioni la ragazza dando legittima soddisfazione alle esigenze e ai diritti della stessa, primo fra tutti il diritto allo studio” ha affermato Giovanni Di Giorgi.

“Da sindaco di Latina provo vergogna per quanto accaduto e soprattutto perché non può passare il messaggio d’intolleranza di una città che, storicamente, è stata sempre aperta e solidale. Si tratta di una brutta pagina e alla liceale e alla sua famiglia rinnovo la mia solidarietà per una vicenda umiliante causata dell’ottusità di pochi ma che, al contempo, ha consentito di scoprire una città dal grande cuore che conosce il supremo compito educativo cui la scuola è chiamata".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veto al cane guida in aula, Di Giorgi "boccia" la preside del Majorana

LatinaToday è in caricamento