rotate-mobile
Cronaca Formia

Fiumi di fango e allagamenti a Formia: case evacuate, attivata la macchina dei soccorsi. Il sindaco chiude le scuole

Il nubifragio di ieri ha provocato paura e danni ingenti in città. Monitorati i torrenti e la zona di Santa Maria La Noce. Attivato il centro operativo comunale

La forte ondata di maltempo che si è abbattuta nel primo pomeriggio di ieri, 29 settembre, su Formia ha provocato notevoli danni in diverse zone del territorio, rimaste sommerse da acqua, fango e detriti. Il sindaco Gianluca Taddeo ha confermato in serata che la situazione più preoccupante si è verificata nella località collinare di Santa Maria La Noce, quando una colata impetuosa di pietre e detriti è scesa giù con violenza, danneggiando auto in sosta e strutture e sfiorando pericolosamente diverse abitazioni che sono state evacuate già ieri sera. Con un’apposita ordinanza il sindaco ha disposto, infatti, lo sgombero delle abitazioni che si trovano in via Santa Maria La Noce già dalla serata di ieri fino  cessata emergenza 

Fiumi d’acqua e fango si sono verificati anche a Scacciagalline, sul lungomare di Vindicio, in via Rotabile, via Solaro. "Una situazione di forte criticità che si sta monitorando con estrema attenzione - scrive il Comune in una nota -  A seguito delle abbondanti precipitazioni metereologiche e del rischio dei danni conseguenti, il sindaco Gianluca Taddeo ha immediatamente attivato la macchina dei soccorsi e ha già inoltrato formale richiesta per il riconoscimento dello stato di calamità naturale". “Con uomini e mezzi a nostra disposizione - spiega il primo cittadino - stiamo cercando di risolvere la difficile situazione. Siamo costantemente in contatto con la prefettura di Latina, con l’unità di controllo della Regione Lazio, con i tecnici del Genio Civile e con la Croce Rossa regionale, che sta fornendo assistenza sul territorio. Le forze dell’ordine sono ininterrottamente al lavoro”.  

Il Comune ha anche attivato il Coc (Centro Operativo Comunale) per predisporre un pieno controllo di coordinamento tra le forze in campo (protezione civile Ver Sud Pontino, vigili del fuoco, Croce Rossa Italiana) e cercare di garantire sicurezza alla cittadinanza e al territorio, per fronteggiare l’emergenza maltempo. Al contempo vengono costantemente monitorati Pontone, Rio Fresco, Santa Maria la Noce, via Gramsci e altre zone ritenute a rischio. “Mi preme precisare. anche per tranquillizzare i cittadini, che si sta facendo tutto il possibile per arginare l'enorme mole d'acqua caduta e soprattutto di limitare i danni – prosegue il sindaco – Invito tutti a prestare la massima attenzione e cautela attenendosi scrupolosamente a comportamenti di sicurezza”.

In serata il sindaco ha firmato inoltre una specifica ordinanza di sospensione di tutte le attività didattiche degli istituti scolastici di ogni ordine e grado insistenti sul territorio comunale per l’intera giornata di oggi, venerdì 30 settembre. Le attività riprenderanno regolarmente sabato 1 ottobre.

Tromba d'aria sul litorale tra Sabaudia e Terracina: alberi caduti e serre distrutte

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi di fango e allagamenti a Formia: case evacuate, attivata la macchina dei soccorsi. Il sindaco chiude le scuole

LatinaToday è in caricamento