Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Aprilia

Rubato il cibo per i bisognosi nella sede del Banco Alimentare: “Un atto vile e incomprensibile”

Il furto messo a segno l'altra notte; ferma condanna del sindaco di Aprilia Lanfranco Principi: “Una ferita per la nostra città”. Solidarietà anche dal presidente della Regione Francesco Rocca

“Un atto vile e incomprensibile i danni di strutture ed enti di grande rilevanza sociale”: con queste parole il sindaco di Aprilia Lanfranco Principi ha commentato il furto messo a segno l’altra notte all’interno della sede locale del Banco Alimentare del Lazio presso il polo CulturAprilia sulla Pontina. Ladri senza alcuno scrupolo hanno infatti preso di mira i locali in uso all’associazione, hanno messo a soqquadro tutto e portato via le derrate alimentare che erano state raccolte e che erano destinate alle persone più bisognose oltre che un furgone che era stato appena aggiustato grazie ai soldi raccolti con alcune donazioni.

Ferma condanna per quanto quanto accaduto è stata espressa dall’amministrazione per voce del primo cittadino. “Dopo le scuole, il magazzino del banco alimentare è davvero una ferita per la nostra città - ha detto Principi -. Lavoreremo per dare una robusta svolta sulla sicurezza del nostro territorio, se pure con poche risorse, è arrivato il momento di mettere un punto".

"Sono vicina ai volontari - ha poi aggiunto l'assessora ai servizi sociali Veronica Napolitano- che ogni giorno si danno da fare per mandare avanti una realtà che risponde esclusivamente alle necessità dei più deboli e che decisamente non meritava questo triste episodio. Come amministrazione siamo vicini all'associazione, certi che con l'aiuto di tutti si riuscirà a ricostruire e riprendere il servizio che è di fondamentale importanza”.

Solidarietà è stata espressa al residente del Banco Alimentare del Lazio di Aprilia Giuliano Visconti anche dal governatore del Lazio Francesco Rocca a nome di tutta la giunta regionale: “vandalizzare un presidio di aiuto e sostegno, rubando generi alimentari destinati ai più fragili, è un atto insensato, squallido e vile”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubato il cibo per i bisognosi nella sede del Banco Alimentare: “Un atto vile e incomprensibile”
LatinaToday è in caricamento